Diabete da zucchero

Il diabete mellito è una malattia endocrina, la cui base è la carenza di insulina assoluta o relativa, che interrompe il metabolismo e le funzioni dei principali organi e sistemi del corpo. Oggi ci sono oltre 60 milioni di persone con diabete nel mondo. Il forte aumento del numero di pazienti nell'ultimo decennio del XNUMX ° secolo ha spinto l'Organizzazione mondiale della sanità a creare un comitato speciale di esperti sul diabete. Dopo aver esaminato numerosi materiali, i membri del comitato hanno concluso: "È sicuro prevedere che il diabete e le sue complicanze vascolari saranno un peso sempre crescente per la salute".

Con il diabete, è necessario un trattamento regolare per tutta la vita. L'essenza principale della malattia è la formazione di una discrepanza tra la necessità di organi e tessuti del corpo per l'insulina ormonale e la sua produzione da parte delle cellule beta delle isole pancreatiche di Langerhans.

Sovrappeso, vecchiaia, malattie gravi, lesioni, interventi chirurgici, situazioni stressanti, gravidanza, ereditarietà, assunzione di determinati farmaci, disturbi immunitari e infezioni virali contribuiscono al diabete. Il diabete mellito può anche verificarsi a causa di malattie del pancreas, malattie di natura ormonale, condizioni causate da farmaci o sostanze chimiche, danni ai recettori dell'insulina, sviluppo di sindromi genetiche, cause miste.

Nella patogenesi del diabete mellito sono stati osservati i seguenti gravi disturbi: cessazione del glucosio nei tessuti e negli organi insulino-dipendenti, alterazione della produzione di ATP, glicogenolisi epatica, attivazione della gluconeogenesi, riduzione dell'assunzione di acidi grassi e chetoacidi nelle cellule, lipolisi, aumento della formazione di chetoacidi, aumento della sintesi del colesterolo, catabolismo ( la predominanza del decadimento rispetto alla sintesi proteica), il rallentamento della sintesi dell'RNA, l'inclusione di aminoacidi nella gluconeogenesi, la formazione di prodotti sotto ossidati – lattato e piruvato, carenza composti semplici, sottoossidazione di grassi, formazione di corpi chetonici.

Il diabete di zucchero (malattia dello zucchero, diabete) è una malattia metabolica in cui il metabolismo dei carboidrati e dell'acqua nel corpo è più disturbato. Le cellule del corpo non assorbono adeguatamente i carboidrati provenienti dal cibo a causa della disfunzione pancreatica. A causa dell'insufficiente formazione dell'ormone insulina da parte di questa ghiandola, i carboidrati alimentari, che vengono trasformati dall'organismo nella forma più semplice di zucchero – il glucosio, non vengono assorbiti dall'organismo, ma si accumulano in grandi quantità nel sangue e da lì vengono espulsi dai reni nelle urine. Allo stesso tempo, anche il metabolismo dell'acqua viene disturbato, a causa del quale i tessuti non trattengono l'acqua e si seccano e l'acqua non assorbita viene escreta in grandi quantità dai reni. La causa del diabete può essere una predisposizione ereditaria, una cattiva alimentazione (sovralimentazione dei dolci), gravi esperienze neuropsichiche, condizioni di lavoro e di vita inadeguate.

Le manifestazioni tipiche del diabete sono in genere la sete lancinante, l'appetito insaziabile ("lupo") e l'escrezione di una grande quantità di urina contenente zucchero, nonché zucchero nel sangue, talvolta debolezza generale, emaciazione (o obesità), visione offuscata, gusto nella bocca del ferro, scarsa guarigione delle ferite, prurito della pelle e tendenza alle malattie della pelle. Spesso i diabetici soffrono anche di metabolismo proteico e grasso alterato. Di conseguenza, le sostanze tossiche si accumulano nel corpo, il che può causare la complicanza più pericolosa: un coma diabetico, cioè l'auto-avvelenamento del corpo.

Il trattamento del diabete deve essere effettuato da un medico, che prima di tutto prescrive una dieta al paziente, tenendo conto delle peculiarità di un singolo disturbo metabolico nel suo corpo, nonché prendendo insulina. Le linee guida dietetiche generali per i pazienti con diabete possono essere le seguenti: prima di tutto, dovresti smettere di consumare zucchero e tutto ciò che contiene zucchero e amido: pane, cottura al forno, riso e cereali, leguminose, uva passa. Invece di zucchero, usa saccarosio, xilitolo, che lo sostituisce con gusto. Si raccomanda inoltre di mangiare miele d'api naturale (50-100 g al giorno) e bere acqua calda al miele (un cucchiaio di miele in 1 bicchiere d'acqua) di notte. " Il miele è benefico in quanto contiene zuccheri facilmente digeribili.

È positivo per un paziente diabetico ridere il più possibile, dal momento che le risate abbassano lo zucchero nel sangue! La dieta per diabetici dovrebbe includere più carne in tutte le sue forme e grassi. Il latte scremato, la ricotta, lo yogurt è molto utile. Per facilitare la digestione dei grassi, sono necessarie le spezie.

A causa del fatto che le cause e la gravità della carenza di insulina in ciascun paziente sono individuali, il diabete mellito è suddiviso condizionatamente in tre tipi.

Il tipo I è caratterizzato, di regola, dall'assenza o dalla diminuzione della produzione di insulina, che richiede la sua introduzione obbligatoria con uno scopo sostitutivo. Questo tipo di diabete è chiamato insulino-dipendente o giovanile.

Il tipo II è caratterizzato da una diminuzione della sensibilità dei tessuti all'insulina e dalla sua relativa insufficienza, nonostante la conservazione o persino un aumento dell'assunzione di insulina nel sangue. La carenza di insulina nel diabete di tipo XNUMX è corretta dalla dieta e dai farmaci che riducono lo zucchero.

Diabete mellito di tipo III – simil-pendolo, migratorio, correlato allo stress, questo tipo di diabete è in gran parte correlato alla fitoterapia.

Nella patogenesi del diabete mellito sono stati osservati i seguenti gravi disturbi: cessazione del glucosio nei tessuti e negli organi insulino-dipendenti, alterazione della produzione di ATP, glicogenolisi epatica, attivazione della gluconeogenesi, riduzione dell'assunzione di acidi grassi e chetoacidi nelle cellule, lipolisi, aumento della formazione di chetoacidi, aumento della sintesi del colesterolo, catabolismo ( la predominanza del decadimento rispetto alla sintesi proteica), il rallentamento della sintesi dell'RNA, l'inclusione di aminoacidi nella gluconeogenesi, la formazione di prodotti sotto ossidati – lattato e piruvato, carenza composti semplici, sottoossidazione di grassi, formazione di corpi chetonici.

Trattamento del diabete

È stato ora dimostrato che una buona compensazione del diabete (mantenendo i livelli di glucosio nel sangue vicini alla norma) è l'unico modo per prevenire lo sviluppo di numerose e generalmente pericolose complicanze. Esistono solo tre classi di sostanze antidiabetiche – l'ormone insulina (come mezzo di terapia sostitutiva), sulfamidici e biguanidi – ognuna delle quali ha i suoi svantaggi. Pertanto, la ricerca di nuovi farmaci per il trattamento del diabete è un compito urgente.

Piante medicinali e rimedi popolari

Molti ricercatori e creatori di nuovi farmaci hanno attirato l'attenzione sull'esistenza di alcune piante antidiabetiche e composti vegetali nella medicina popolare. I pazienti e i medici sono attratti da loro per la morbidezza dell'azione, l'assenza di effetti collaterali pronunciati e controindicazioni. Le forme di farmaci antidiabetici – infusi, tinture, decotti, sciroppi – sono simili alle forme utilizzate per trattare altre malattie. Molti dei farmaci che influenzano positivamente il metabolismo dei carboidrati sono riconosciuti dalla medicina scientifica e sono usati nella terapia complessa. In Russia, le piante antidiabetiche sono ampiamente utilizzate in combinazione con dieta, terapia insulinica, attività fisica dosata, contribuendo a ridurre il fabbisogno giornaliero di insulina o compresse. Nei pazienti con diabete di tipo II, il ruolo della fitoterapia è più significativo nel periodo iniziale – gravità latente e lieve – sotto forma di monoterapia, fornendo stabilizzazione o addirittura regressione della malattia.

Insumed -   Rapida riduzione dei rimedi popolari per la glicemia

La terapia completa e orientata individualmente per il diabete mellito consente di compensare i disordini metabolici, previene la progressione della malattia e lo sviluppo di complicanze. Tuttavia, in larga misura, il suo successo dipende dal desiderio del paziente di diventare sano, dalle condizioni sociali in cui vive la persona affetta da diabete e dall'atteggiamento di coloro che lo circondano.

Attualmente, più di 200 piante medicinali con un effetto di riduzione dello zucchero sono utilizzate nella pratica medica. Insieme agli ingredienti alimentari (proteine, lipidi, carboidrati), la composizione delle piante comprende sostanze biologicamente attive, tra cui i composti ipolipemizzanti (galegin, inosina, inulina) svolgono il ruolo principale. Nella medicina popolare nazionale (tradizionale) e ufficiale (classica), usano semi di lino, paglia di avena, foglie di fagiolo, foglie di mirtillo (germogli), radice di bardana. L'effetto ipoglicemizzante (ipoglicemizzante) di molti di questi farmaci è già stato provato sperimentalmente.

Per più di 20 anni, l'Istituto di ricerca tutto russo delle piante medicinali e aromatiche ha condotto ricerche approfondite sulla ricerca e lo sviluppo di nuovi rimedi erboristici per il trattamento del diabete mellito (T.E. Trump et al., 1964). Gli scienziati hanno studiato circa 20 composti e miscele individuali e combinati per l'attività ipoglicemizzante. È stato stabilito che piante come fagioli, mirtilli, zamaniha, topinambur, cicoria, capra possono essere utilizzate come ulteriore (per insulino-dipendente) o come principale rimedio terapeutico e dietetico (per il tipo di malattia non insulino-dipendente).

Esistono diverse disposizioni che spiegano il meccanismo d'azione delle piante nel diabete mellito, confermate da osservazioni cliniche e studi sperimentali. È stato stabilito, ad esempio, che la maggior parte delle sostanze vegetali ha una proprietà alcalinizzante e che il glucosio in un ambiente leggermente alcalino passa in altri carboidrati – fruttosio o mannosio, per il cui metabolismo non è richiesta l'insulina e la necessità di insulina è ridotta. Molte piante, tra cui galega, fagioli, piselli, contengono la sostanza galegin, che può agire secondo il meccanismo sopra descritto. Galegin, inoltre, è un prodotto intermedio della biosintesi dell'urea e, con ogni probabilità, agisce come i preparati di sulfaurea.

Si ritiene che le fitopreparazioni contribuiscano al ripristino della produzione di insulina da parte delle cellule B del pancreas. Inoltre, molte piante medicinali, tra cui ginseng, eleuterococco, zamanicha, hanno un effetto immunostimolante, normalizzando i disturbi specifici del diabete, che è importante nel trattamento del diabete di tipo III. Sotto l'influenza di rimedi erboristici, che hanno una proprietà tonica, nei pazienti con diabete, vengono attivati ​​il ​​sistema nervoso centrale e autonomo. Il pancreas viene stimolato attraverso il nervo vago, a seguito del quale aumenta la secrezione di insulina e si riduce il rischio di complicanze durante la terapia insulinica.

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Fitocorrezione di complicanze del diabete

angioprotettori – arnica, agenti antipiastrinici di castagne – astragalo, lagochilus anticoagulanti – trifoglio dolce, castagna

antiossidanti – astragalo, tiglio, fitonootropi di ulcera – arnica, cuffia, fitotranquilanti di prati – passiflora, peonia

fitofroprotettori – carciofo, dioscorea, poligono, trifoglio, lespedesa, poligono

dermoprotettori – ortica, viola, equiseto

stimolanti della rigenerazione – calamo, aloe, Kalanchoe, liquirizia, osteoporosi di Sophora, miodistrofia

aralia, immortelle, genziana, elecampane, trifoglio, erba medica, assenzio, trifol

Molte piante, a causa del contenuto di sostanze con un alto grado di biodisponibilità e digeribilità, danno un effetto coleretico, sedativo, tonificante, arricchiscono il corpo di vitamine, minerali, influenzando beneficamente non solo i carboidrati, ma anche tutti gli altri tipi di metabolismo, aumentano l'immunità, che è estremamente importante per i pazienti con diabete – una malattia con un decorso cronico.

La medicina di erbe è il metodo di scelta nel trattamento delle manifestazioni iniziali del diabete mellito di tipo II e III. Nei pazienti con ridotta tolleranza al glucosio, la fitoterapia in combinazione con un regime e una dieta può fermare lo sviluppo della malattia. Se viene rilevata una forma lieve di diabete, l'appuntamento tempestivo di un'erboristeria adeguata fornisce una compensazione per i disturbi metabolici e impedisce anche la progressione della malattia.

La ragione della mancanza o dell'insufficienza dell'effetto terapeutico dei rimedi a base di erbe non sta nel fallimento del metodo, ma nella nomina di prescrizioni irrazionali delle tasse, nella preparazione errata degli estratti da essi, nella nomina di dosi errate e in violazione delle condizioni per l'ammissione. L'introduzione diffusa di un metodo di trattamento sicuro ed efficace con i rimedi a base di erbe è ostacolata dalla mancanza di conoscenza dei medici sulle sue capacità e, di conseguenza, dalla paura dei pazienti di separarsi dai soliti (tutt'altro che efficaci e sicuri) metodi di trattamento.

Nel diabete mellito di gravità moderata, incluso il tipo II, i mezzi di fitoterapia sono progettati per ridurre l'incidenza degli effetti collaterali della terapia antidiabetica classica. La nostra esperienza clinica a lungo termine ci consente di raccomandare quest'area come trattamento di scelta nella fase iniziale del trattamento del diabete.

Ma con qualsiasi tipo di diabete, ai pazienti viene mostrata la fitoterapia come componente ausiliario per migliorare la microcircolazione dei tessuti, normalizzare le funzioni del sistema cardiovascolare, del sistema nervoso centrale e periferico, dei reni e degli occhi. Fitocomposizioni preferite, composte da 4 gruppi di piante: l'azione principale, gli effetti aggiuntivi, i correttori del gusto, l'aroma e gli effetti indesiderati sul corpo. Le tasse per le piante medicinali devono essere composte da materiali vegetali autorizzati. La composizione delle fitocomposizioni deve essere aggiustata ogni 2 mesi e le fitomedicazioni contenenti agenti sedativi, adattogeni, epato-e gastroprotettivi – ogni 2 settimane in relazione a una modifica dell'apparato recettoriale di organi e tessuti. Il paziente viene selezionato individualmente per la dose, il tempo di somministrazione e la durata del corso, che consentono di normalizzare il livello di glucosio nel sangue, il che è assolutamente reale con una forma lieve di diabete di tipo II, prediabete.

Insumed -   Tipi di diabete e cause del loro sviluppo, decorso e manifestazioni, come trattare, possibili conseguenze

Quando si prescrivono piante con proprietà diuretiche e di assorbimento, il complesso di trattamento dovrebbe includere piante contenenti l'elemento in tracce di magnesio (ribes, mora, lampone, knotweed, betulla, sambuco nero, lagochilus, celidonia) e la macrocellula di potassio (cachi, albicocca, banana, pesca, anice , arnica, sambuco nero, astragalo, knotweed, ortica).

Alcune piante medicinali, insieme a quelle ipoglicemizzanti, hanno anche un effetto immunocorrettivo, che è spesso richiesto nel complesso trattamento dei pazienti diabetici: eleuterococco, ginseng, zamaniha, aralia, citronella, rodiola, levzea. Queste piante, come l'insulina, aumentano il livello di GMF nel fegato e nei muscoli, esercitando un effetto simile all'insulina. Diamo ad esempio la raccolta di erbe – l'arfazetina, che è consentita, dopo un attento studio, per l'uso in Russia. La raccolta normalizza i disturbi metabolici nel diabete, riduce il glucosio, migliora la funzione di sintesi del glicogeno del fegato, ha un effetto antinfiammatorio, stabilizzante della membrana, di rafforzamento generale, accelera la rigenerazione del parenchima endocrino del pancreas, migliorandone l'attività complessiva.

Collezione (g):

mirtilli, germogli 20,0
fagioli, fusciacca 20,0
aralia, radici 10,0
equiseto, erba 15,0
rosa canina, frutta 15,0
Erba di San Giovanni, erba 10,0
fiori di camomilla 10,0

10 g della raccolta versare 400 ml di acqua calda, cuocere a bagnomaria per 15 minuti, quindi raffreddare a temperatura ambiente (almeno 45 minuti), filtrare. Spremere le restanti materie prime. Portare il volume dell'infusione risultante a 400 ml con acqua bollita. È meglio bere l'infuso sotto forma di calore 30 minuti prima dei pasti, mezzo bicchiere 2-3 volte al giorno. Il corso di 20-30 giorni, una pausa di 10-15 giorni, quindi ripetere il trattamento. Durante l'anno 3-4 corsi.

Si raccomanda il seguente regime di trattamento per i pazienti con diabete.

Collezione (parti):

aralia, radici 2
equiseto, erba 3
rosa canina, frutta 3
Erba di San Giovanni, erba 2
fiori di camomilla 2

2 cucchiai della miscela di piante versano 400 ml di acqua bollente, cuocere a bagnomaria per 15 minuti, raffreddare per 45 minuti, quindi filtrare e bere un terzo di un bicchiere 3 volte al giorno per 30 minuti prima di mangiare.

Tintura di Levzea di 40 gocce al mattino e al pomeriggio prima dei pasti.

Polline di fiori 1 cucchiaio (o vinibis) 3 volte al giorno ai pasti.

Diquvertin (quercetin) 2 compresse 3 volte al giorno.

Diabetulina 1 capsula 3 volte al giorno.

L'uso di piante che riducono lo zucchero negli alimenti sotto forma di miscele di alimenti medicinali è un vantaggio importante anche rispetto all'utilizzo di forme di dosaggio tradizionalmente semplici realizzate sulla base di materiali vegetali (infusi, decotti, tinture). In questo caso, il paziente deve ricordare le medicine per tutta la vita, quotidianamente, se non ogni ora.

L'alimentazione, tuttavia, può essere l'unico fattore terapeutico per il diabete lieve, quello principale – per la malattia moderata e un background obbligatorio – per il trattamento con insulina e altri farmaci per il diabete grave.

Obiettivi della fitodetetica: riduzione del livello di glucosio facilmente assorbibile, zucchero raffinato; aumento del contenuto di aminoacidi essenziali; alcalinizzazione; aumento dell'assimilazione corporea di ossigeno (albicocche, mele cotogne, anguria, uva, pera, more, cetrioli, pesche, cenere di montagna, mirtilli, gelsi); arricchimento della dieta con vitamine e minerali – zinco, cromo (fragole, ortiche, primula, cenere di montagna, ribes, rosa canina, lamponi); Calcolo dell'apporto calorico in base al fenotipo. Naturalmente, non si tratta di automedicazione, ma di razionalizzazione della terapia dietetica e della fitoterapia a casa, prescritte e controllate dal medico curante.

I medici di tutto il mondo offrono ai pazienti diabetici, oltre alle cure mediche, la terapia dietetica. La dieta dovrebbe contenere il 50-60% di carboidrati dal contenuto calorico giornaliero, il 15-20% di proteine ​​e il 25-30% di grassi. Tuttavia, come dimostra la pratica, i pazienti sono riluttanti a seguire una dieta e ci sono diverse ragioni per questo: i pazienti non hanno abilità pratiche nella preparazione del cibo dietetico; nel formulare raccomandazioni, gli esperti a volte non tengono conto dell'impatto emotivo del cibo sullo stato fisiologico del paziente ("cibo non familiare e quindi insipido") – le raccomandazioni vengono fornite senza tener conto dello stato sociale e del livello generale di cultura del paziente con diabete. Nel frattempo, molti dei sintomi della malattia possono essere ridotti o indeboliti dalla nutrizione razionale, dall'uso di alimenti vegetali. I pazienti con diabete mellito di tipo I e II possono utilizzare le piante selvatiche con grande beneficio: ortica, dente di leone, primula, piantaggine, bardana, cicoria, erba di San Giovanni, calamo, equiseto, cinquefoil d'oca oca, erba di grano, panico con assenzio, elecampane, origano.

Al fine di migliorare l'appetibilità dei prodotti fitodietetici, puoi consigliare piatti con l'aggiunta di albicocche, viburno, cenere di montagna, mirtilli rossi e rossi, spine, mele cotogne, uva spina, cachi, mirtillo rosso, mirtilli rossi, mirtilli rossi, irgi, caprifoglio. I pazienti diabetici sono utili succo di betulla mescolato (miscelato) con tintura di iperico, citronella, zamanchi, centauri, con infusione (decotto) di mirtilli, mirtilli rossi, cicoria, cinorrodi, ortiche.

Utili succhi vegetali appena preparati di cetriolo, peperone verde, cipolle, patate, pomodori, barbabietole, cavoli, carote, fagiolini, piantaggine.

Per i pazienti con diabete mellito, una dieta n. 9 con una norma proteica fisiologica di 90 g, una moderata restrizione di grassi a 80 g, principalmente animali e una ridotta quantità di carboidrati a 350 g dovuta a digeribilità facile, principalmente zucchero e prodotti che lo contengono, è prescritta come prova o permanente. La dieta prevede la limitazione della quantità di sale da cucina, colesterolo e un aumento nella dieta di vitamine, sostanze lipotropiche, fibre e pectine (fibra alimentare), acidi grassi essenziali. Mangiare dovrebbe essere 5-6 volte al giorno allo stesso tempo. Xilitolo, sorbitolo o fruttosio sono introdotti nella dieta n. 9, data la loro quantità totale di carboidrati. Per il gusto, la saccarina viene aggiunta a dessert e bevande. Per aumentare il senso di pienezza, dovrebbero essere inclusi nella dieta verdure, frutta e bacche a basso contenuto di carboidrati, ma tenendo conto della loro quantità totale nella dieta.

La dieta n. 9 viene modificata, regolando principalmente il contenuto di carboidrati, a seconda della gravità del diabete, delle malattie concomitanti, dell'intensità del lavoro, dell'età, del sesso e del peso corporeo del paziente e della terapia insulinica. I pazienti con diabete mellito moderato e grave sottoposti a terapia insulinica, aumentano il contenuto di carboidrati nella dieta a 400-450 g a causa di pane, cereali, patate, verdure e frutta. Nel diabete lieve, lo zucchero e i suoi prodotti sono esclusi; con gradi moderati e gravi sullo sfondo della terapia insulinica, sono ammessi 20-30 g di zucchero. La preferenza è data alle fonti di carboidrati ricchi di vitamine, minerali e fibre alimentari: pane integrale, cereali integrali, legumi, verdure e frutta.

Con un sovradosaggio di insulina, un'assunzione insufficiente di carboidrati (specialmente dopo la sua somministrazione), è possibile uno stato ipoglicemico: una diminuzione della glicemia, debolezza, fame, tremore, sudore freddo, svenimento. Questa condizione viene rapidamente eliminata dall'assunzione di zucchero, miele, tè dolce e composta. Con una tendenza all'ipoglicemia, il cibo deve essere assunto almeno 6 volte al giorno e con l'introduzione di insulina prima di cena, il paziente deve lasciare cibo per la notte.

Insumed -   Le proprietà curative di cipolle e bucce di cipolla nel diabete

In uno stato precomatoso, viene mostrata una dieta con una forte restrizione (20-30 g) o l'esclusione dei grassi, una riduzione delle proteine ​​a 40-50 g. Sono desiderabili giorni di digiuno di avena, riso o altri carboidrati.

Rimedi popolari per il diabete

1. Ortica.

Per preparare l'infuso, vengono versati 50 g di foglie di ortica con 500 ml di acqua bollente, mentre è meglio usare piatti smaltati. Dopo 2 ore, filtrare l'infuso e bere 1 cucchiaino 3 volte al giorno prima dei pasti. Meglio preparare foglie fresche. Puoi preparare zuppe di cavolo e varie insalate vitaminiche da giovani ortiche.

2. Baccelli di fagioli.

Raccolto in agosto e usato come decotto: 15-20 g di baccelli vengono fatti bollire per 3-4 ore in 1 litro di acqua a metà volume. Il brodo risultante deve essere raffreddato, filtrato e assunto 1/2 bicchiere 30 minuti prima dei pasti 3-4 volte al giorno per 3-4 mesi.

3. Radice di tarassaco.

1 cucchiaino di radice tritata finemente viene preparato come il tè in un bicchiere di acqua bollente, insistito per 20 minuti, raffreddato, filtrato. Prendi 1/4 di tazza 3-4 volte al giorno.

4. Foglie di noce.

Per preparare l'infuso, 1 cucchiaio di foglie schiacciate viene versato con un bicchiere di acqua bollente, bollito per 20-30 secondi, insistito, filtrato e preso per tutto il giorno. Puoi anche usare partizioni di noce. Per fare questo, dividi da 40 pezzi di noci con un bicchiere di acqua bollente e fai bollire a bagnomaria per 1 ora. La padella interna deve essere in vetro o smaltata. Quindi è necessario raffreddare, filtrare e assumere 1 cucchiaino 3 volte al giorno prima dei pasti.

5. Il medicinale di capra (galega).

Metodo di preparazione: bollire 1 cucchiaio di erba secca per 10-15 secondi in 250 g di acqua bollente, quindi filtrare, spremere e bere 0,5 tazze 3-4 volte al giorno prima dei pasti. L'uso di uva spina di capra è necessario sotto la supervisione di un medico. Va notato che la pianta contribuisce ad un aumento della pressione sanguigna.

Lo stadio iniziale del diabete. Fai bollire 1 cucchiaio di corteccia di aspen tritata secca per 30 minuti a fuoco basso in 2 tazze d'acqua. Insistere, avvolto, 2-3 ore, filtrare. Prendi 1 / 5-1 / 4 tazza 3 volte al giorno prima dei pasti. Bere fino a 3 mesi o più. Aiuta nella fase iniziale del diabete.

1 cucchiaio di foglie di mirtillo essiccate per tazza di acqua bollente. Insistere, avvolto, 30-40 minuti, filtrare. Prendi un bicchiere di infusione 3 volte al giorno in forma fredda a grandi sorsi. È usato nella fase iniziale del diabete.

8. Barbabietole rosse.

Il succo di barbabietola fresco viene bevuto con diabete in 1/4 di tazza 4 volte al giorno.

L'infusione è bevuta con lievi forme di diabete. La neomertillina nelle foglie abbassa significativamente lo zucchero nel sangue (1 cucchiaino di foglie schiacciate, prepara un bicchiere di acqua bollente, lascia per 30 minuti su una piastra calda, filtralo. Bevi 1/3 di tazza 3 volte al giorno).

Bardana (radici) – 1 parte, fagiolini, foglie secche – 1 parte, mirtilli (foglia) – 1 parte. Infondere 60 g della raccolta in un litro di acqua fredda per 12 ore. Quindi far bollire per 5 minuti, insistere, avvolgere, 1 ora, filtrare. Prendi 3/4 di tazza 5 volte al giorno, un'ora dopo aver mangiato.

11. Lingonberry vulgaris.

Con il diabete, i mirtilli rossi freschi hanno un effetto benefico.

12. Palude di mirtilli.

Nella medicina popolare viene utilizzato un decotto di giovani germogli e foglie (un cucchiaio di erba fermentata con un bicchiere di acqua bollente, far bollire per 10 minuti a fuoco basso, raffreddare, scolare. Prendere un cucchiaio 3 volte al giorno).

Mirtilli (foglia) —1 parte. Fagioli, foglie secche – 1 parte. Lino (semi) – 1 parte. Paglia di avena – 1 parte.

3 cucchiai di raccolta in 3 tazze d'acqua. Far bollire per 10 minuti, insistere, avvolgere, 30-40 minuti, filtrare. Prendi 1/4 di tazza 6-8 volte al giorno.

14. Erba di equiseto – 20 g, erba dell'uccello alpinista – 20 g, erba di fragola selvatica – 20 g Versare un cucchiaio della raccolta con un bicchiere di acqua bollente, far bollire 3-5 minuti, lasciare per 10-15 minuti. Strain. Prendi un cucchiaio 20-30 minuti prima dei pasti 3-4 volte al giorno.

15. Foglie di mirtillo – 25 g, foglie di tarassaco – 25 g, erba galega medicinale – 20 g Versare un cucchiaio della raccolta con 300 ml di acqua bollente, far bollire per 5 minuti, insistere, filtrare. Prendi 1/2 tazza 2-3 volte al giorno prima dei pasti per 20 minuti.

16. Per il diabete, 2-3 cipolle tritate, versare 2 tazze da tè di acqua tiepida, riposare per 7-8 ore, filtrare e bere l'infuso in una tazza di caffè 3 volte al giorno prima dei pasti.

17. Foglie di mirtillo – 25 g, erba galega officinalis – 25 g, foglie di ortica dioica – 25 g Versare 300 ml di acqua bollente su un cucchiaio della raccolta. Far bollire per 15 minuti, insistere per 5 minuti, filtrare. Prendi 2-3 cucchiai 3-4 volte al giorno prima dei pasti per 20 minuti.

18. Campo di equiseto.

Per preparare il brodo, prendi 30 g di coda di cavallo, versa 1 tazza di acqua bollente, fai bollire per 5-7 minuti, quindi insisti 2-3 ore. Dopo aver filtrato la garza, prendi 2-3 cucchiai 3-4 volte al giorno prima dei pasti.

L'equiseto può essere usato fresco (insalate, ripieno per torte), nonché sotto forma di infuso.

Insalata di equiseto: 2 tazze di foglie di equiseto tritate finemente mescolate con 50 g di cipolle verdi, acetosa 20 g, è possibile aggiungere 40-50 g di foglie di dente di leone. Condire con olio vegetale o panna acida. Sale qb.

I pistilli a coda di cavallo possono essere aggiunti a okroshka.

Per preparare il brodo, prendi 10 cinorrodi schiacciati, versa 1 tazza di acqua bollente, fai bollire per 3-5 minuti, insisti 4-5 ore, dopo aver filtrato il brodo prendi 1/2 tazza 3-4 volte al giorno.

20. Foglie di Motherwort – 10 g, foglie di fragola – 15 g, foglie di gelso – 20 g.

Un cucchiaio della collezione versa un bicchiere di acqua bollente, fai bollire per 3-5 minuti, insisti per un'ora. Filtrare, assumere 2 cucchiai 3 volte al giorno dopo i pasti.

21. Foglie di mirtillo – 50 g, baccelli di fagiolo – 50 g, galegi di erba – 50 g, foglie di menta – 50 g.

2 cucchiai della raccolta versare 0,5 litri di acqua bollente e insistere per 30 minuti, scolarli. Prendi 1/3 di tazza 3 volte al giorno prima dei pasti.

Diabetus Italia