Prevenzione del diabete di tipo 2 (2)

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Dottore in Scienze mediche, Professore, MMA che prende il nome I.M.Sechenova, Mosca

L'incidenza del diabete mellito (DM) continua ad aumentare, il che è servito come base per gli esperti dell'OMS per dichiararla un'epidemia non infettiva. I risultati degli studi epidemiologici condotti sotto la supervisione dell'accademico I. I. Dedov indicano oggi la presenza nella RF di oltre 8 milioni di pazienti, e questa cifra è in costante crescita [1].

Il diabete mellito è una malattia eterogenea. La forma più comune è il diabete mellito di tipo 2 (circa il 95% dei pazienti), che si trova principalmente nelle persone di età matura e anziana. Tuttavia, ad oggi non esiste una classificazione accettabile di questo tipo di diabete. È classificato per età all'inizio della manifestazione della malattia, la presenza di obesità, in particolare la forma viscerale e la necessità di terapia insulinica.

Il marker genetico del diabete di tipo 2 non è stato determinato, ma è ovvio che la resistenza all'insulina e un difetto secretorio delle cellule β sono alla base della patogenesi della malattia. Sia la resistenza all'insulina che il difetto secretorio delle cellule β possono essere determinati geneticamente. Il 90% dei pazienti è sovrappeso o obeso, il che peggiora il decorso del diabete e rende difficile ottenere un risarcimento per la malattia. La perdita di peso di soli 5-10 kg in questi pazienti porta a un miglioramento della glicemia e in alcuni casi alla loro piena normalizzazione. Il cibo a basso contenuto calorico e l'attività fisica sono le basi su cui si basa il trattamento del diabete di tipo 2. Ma molti pazienti trascurano queste misure, condannando se stessi a un prolungato scompenso e, di conseguenza, allo sviluppo di complicanze tardive. Basti dire che l'infarto del miocardio si verifica in pazienti con diabete mellito di tipo 2 3 volte, ictus – 2-3 volte e rischio di amputazione degli arti – 40 volte più spesso rispetto alle persone senza diabete. La cecità diabetica ha acquisito un significato medico e sociale. Ma tutte queste complicanze possono essere prevenute o ritardate se controlli e correggi il livello di glicemia.

Gli alimenti a basso contenuto calorico sono carboidrati a basso contenuto di grassi e facilmente digeribili. Gli alimenti ad alto contenuto di fibre vegetali comprendono vari tipi di cavoli, carote, ravanelli, fagiolini, rutabaga, peperoni, melanzane, frutta senza zucchero. Le varietà a basso contenuto di grassi di carne e pesce dovrebbero essere consumate in forma bollita, al forno e in umido, fritte dovrebbero essere evitate. Molti pazienti aumentano in modo significativo la percentuale di olio vegetale nella dieta quotidiana, il che non può essere fatto, perché è ricco di calorie quanto il grasso animale. Normalmente, dopo aver mangiato, il pancreas secerne insulina, il cui livello aumenta 10 volte 30-8 minuti dopo aver mangiato.

Insumed -   È stato scoperto il diabete di gatto perché è nato, come trattare e nutrire l'animale

Con il diabete di tipo 2, le capacità del pancreas sono significativamente inferiori a causa di un difetto di sviluppo nelle cellule β, e quindi, dopo aver mangiato, il livello di glicemia aumenta significativamente (iperglicemia postprandiale). Per prevenire un simile aumento della glicemia senza stimolare la secrezione di insulina, viene utilizzato l'acarbosio (glucobai). Con il cibo, gli zuccheri complessi entrano nel tratto gastrointestinale, che non possono essere assorbiti attraverso la mucosa dell'intestino tenue. Per fare questo, sotto l'influenza degli enzimi, devono essere scomposti in zuccheri semplici, che includono glucosio. L'acarbosio inibisce gli enzimi (a-glucosidasi-glucoamilasi, saccarosio, maltasi) che scindono gli zuccheri complessi, riducendo così la formazione e l'assorbimento del glucosio. Un meccanismo simile può prevenire con successo l'iperglicemia postprandiale nei pazienti con diabete di tipo 2 senza stimolare la secrezione di insulina. Prevenendo un aumento eccessivo della glicemia, il glucobai riduce significativamente l'aumento dei livelli sierici di insulina. A questo proposito, il glucobai può essere considerato un farmaco sicuro, poiché quando lo si utilizza non vi è alcun rischio di sviluppare condizioni ipoglicemizzanti. E dato il fatto che parte dei carboidrati durante il trattamento con glucobai non viene assorbito ed escreto dal corpo con le feci, i pazienti non aggiungono, o addirittura perdono peso, in un modo o nell'altro. La regolazione prandiale a lungo termine della glicemia e dell'insulinemia migliora la qualità della compensazione metabolica, come evidenziato da una diminuzione del livello di emoglobina glicata (HbA1c). L'effetto del glucoboy è dose-dipendente e maggiore è il dosaggio del farmaco, meno carboidrati vengono scomposti e assorbiti nell'intestino tenue. Nei casi in cui la monoterapia con glucobaemica non è sufficiente per ottenere una completa compensazione per il diabete di tipo 2, ricorrono a una combinazione con metformina, specialmente nei casi di obesità, sulfonilurea e insulina. La combinazione di glucobay con metformina consente un buon compenso del diabete mellito a dosi moderate di metformina, che è molto importante per gli anziani. La combinazione di glucoboy con preparazioni di sulfonilurea e insulina evita un'alta concentrazione di insulina nel sangue – un fenomeno indesiderabile nella malattia coronarica, infarto del miocardio, ipertensione arteriosa, obesità, ecc.

Basato su test biochimici ed ematologici, il glucoboy è stato ben tollerato. Il farmaco non influisce negativamente sul livello di enzimi epatici, bilirubina, elettroliti, creatinina, urea, acido urico; è ben tollerato dai pazienti anziani, in particolare quelli che soffrono di costipazione cronica. Le malattie del fegato e dei reni non influenzano la tolleranza di questo farmaco.

Nonostante tutti i vantaggi di glucoboy, e soprattutto la sua sicurezza, i medici tuttavia non usano ampiamente questo farmaco per il trattamento del diabete. Ciò è dovuto al fatto che al glucoboy è attribuita la presenza di un effetto collaterale dal tratto gastrointestinale. In effetti, gli effetti collaterali sono dovuti al consumo eccessivo di carboidrati da parte dei pazienti e all'inibizione della loro degradazione e assorbimento da parte della fermentazione dei polisaccaridi. I carboidrati non assorbiti, che si sono spostati nell'intestino distale, sono sottoposti a degradazione batterica in anidride carbonica, metano e catene corte di acidi grassi, che si manifesta con una maggiore formazione di gas e talvolta con diarrea. Questi sintomi sono naturalmente spiacevoli, ma clinicamente sicuri. Indicano solo che i pazienti trascurano i regimi dietetici. Come dimostra la nostra esperienza, l'uso di glucoboy ha un effetto disciplinante sui pazienti. Inoltre, quando si utilizza la dose massima giornaliera del farmaco (100 mg 3 volte al giorno), si manifestano effetti collaterali. L'uso di una dose più bassa evita i fenomeni descritti dal tratto gastrointestinale, sebbene l'effetto ipoglicemizzante del farmaco sia ridotto.

Insumed -   Diabete mellito nelle cause, nella diagnosi e nel trattamento di cani e gatti

Oggi, il diabete in un certo senso è una malattia incurabile [2], ed è del tutto naturale che l'importanza della prevenzione delle malattie in questa situazione sia in aumento. La Dichiarazione di Saint-Vincent (1989) affermava che il diabete sta diventando un problema di salute pubblica sempre più grave in Europa. Colpisce le persone di qualsiasi età e porta alla perdita di salute a lungo termine e alla morte precoce dei pazienti. La dichiarazione chiede lo sviluppo e l'attuazione di programmi globali per la diagnosi, la prevenzione, il trattamento del diabete e le sue complicanze; tutti i costi saranno recuperati grazie a risparmi significativi nelle risorse umane e materiali. È deplorevole notare che viene prestata poca attenzione alla prevenzione del diabete di tipo 2. Nel frattempo, recenti studi sulla prevenzione del diabete (Diabetes Prevention Study) hanno dimostrato che una moderata perdita di peso nei pazienti con ridotta tolleranza al glucosio (NTG) è sufficiente per ridurre significativamente la percentuale della sua transizione verso il diabete [3]. Ogni anno, l'1,5–7,3% delle persone con NTG sviluppa diabete mellito di tipo 2 [4] e una glicemia a digiuno di 5,6 mmol / L aumenta il rischio di transizione di NTG al diabete mellito di tipo 2 di 3,3 volte [5].

Pertanto, nella popolazione di RTN, il tasso di conversione previsto dovrebbe teoricamente essere di circa il 10% all'anno.

Quando si sviluppano misure per la prevenzione del diabete mellito di tipo 2, è necessario tenere presente che l'obesità e la resistenza all'insulina sono le cause più importanti di ridotta tolleranza al glucosio e disfunzione secretoria delle cellule β. L'iperinsulinemia che si sviluppa allo stesso tempo non è altro che una risposta compensativa del corpo all'insulino-resistenza e, allo stesso tempo, un fattore importante nello sviluppo dell'ipertensione arteriosa e dell'aterosclerosi. Il concetto di prevenzione del diabete mellito di tipo 2 deve essere costruito sulla base della fisiopatologia dell'NTG e, naturalmente, dovrebbero essere evitati prodotti e farmaci che stimolano la secrezione di insulina. Un regolatore prandiale unico che non stimola la secrezione di insulina, ma previene l'assorbimento del glucosio, è in questo caso il glucobai, soprattutto perché la dose raccomandata del farmaco 50 mg 3 volte al giorno immediatamente prima dei pasti o con il primo sorso di cibo non provoca effetti collaterali significativi.

In Canada, Israele e 7 paesi dell'Europa occidentale, è stato condotto uno studio multicentrico, controllato con placebo, sull'efficacia di un inibitore dell'α-glucosidasi (glucobaya) nella prevenzione del diabete di tipo 2 in una popolazione di individui con NTG [5]. Sono stati osservati 1418 pazienti con NTG (2 ore dopo il caricamento di 75 g di glucosio, la glicemia plasmatica era ≥7,8 mmol / L e ≤11,1 mmol / L; inoltre, tutti i pazienti avevano glicemia a digiuno ≥5,6 mmol / l, ma ≤7,8 mmol / l). I pazienti hanno ricevuto glucobai alla dose di 100 mg 3 volte al giorno o placebo. La durata dello studio è stata di 3,9 anni. Il parametro principale per valutare l'efficacia era il tasso di sviluppo del diabete mellito di tipo 2, mentre i parametri secondari erano i cambiamenti nella pressione sanguigna, nel profilo lipidico, nella sensibilità all'insulina e nei parametri morfometrici. Questo studio, soprannominato "The Stop NIDDM", si è concluso alla fine del 2001. I risultati finali non sono ancora stati pubblicati e i dati preliminari suggeriscono un'efficace prevenzione del diabete mellito di tipo 2 e una diminuzione del grado di insulino-resistenza [6].

Di particolare interesse è uno studio prospettico multicentrico di 3 anni condotto in Cina per studiare l'effetto profilattico di acarbosio e metformina in NTG [7]. I pazienti osservati sono stati randomizzati in quattro gruppi (vedere tabella).

Insumed -   Diabete insulino-dipendente; segni, sintomi, trattamento

Glicemia a digiuno del gruppo di pazienti (mmol / L) Glicemia postprandiale (mmol / L) Tasso di sviluppo annuale del diabete (%)

prima dello studio / dopo 3 anni prima dello studio / dopo 3 anni

K 6,02 / 6,59 8,83 / 9,13 11,6

D + U 6,11 / 6,21 9,28 / 8,98 8,2

A 6,03 / 5,47 8,34 / 7,21 * 2,0 *

M 6,01 / 5,85 9,05 / 7,92 * 4,1 *

I pazienti del gruppo di controllo K sono stati formati sulle misure tradizionali per la prevenzione del diabete mellito.

Ai pazienti del gruppo D + U è stata prescritta la conformità con una dieta e un'attività fisica calcolate individualmente. I pazienti del gruppo A hanno ricevuto glucobay 50 mg 3 volte al giorno. I pazienti del gruppo M hanno ricevuto metformina in un regime di 250 mg 3 volte al giorno. I risultati dello studio sono presentati nella tabella.

Esistono prove del fatto che il glucobai aumenta l'espressione di Glut 4 principalmente nel tessuto muscolare, il che rende possibile qualificare la terapia con glucobai come giustificata patogeneticamente. Inoltre, le osservazioni suggeriscono che il glucobai abbassa i trigliceridi e il colesterolo e riduce anche l'indice di massa corporea [8].

Quando si prescrive glucoboy, è importante evitare alcuni errori. Il paziente deve spiegare che durante l'assunzione di glucobai, è necessario seguire una dieta. Il farmaco viene assunto immediatamente prima dei pasti o con il primo sorso di cibo. Glucobai durante la monoterapia non causa ipoglicemia, ma in combinazione con altri farmaci ipolipemizzanti o insulina è possibile. In questo caso, il glucosio dovrebbe essere assunto e, in sua assenza, lo zucchero, che non deve essere ingerito, ma tenuto dietro la guancia. Insieme al glucobai, non è possibile assumere antiacidi (farmaci alcalinizzanti), carbone attivo o altri assorbenti, enzimi (festali, forte mezim, pancreatina, ecc.).

Pertanto, possiamo concludere che il glucobai è in grado di prevenire o rallentare efficacemente lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2 e prevenire lo sviluppo dell'iperglicemia. Glucobai può essere usato come farmaco di scelta con insufficiente efficacia della terapia dietetica e dell'esercizio fisico. Inoltre, è un regolatore glicemico prandiale unico senza stimolare la secrezione di insulina endogena.

Per il trattamento della RTN e la prevenzione del diabete mellito di tipo 2, si raccomanda di utilizzare basse dosi di glucoboy (50 mgx3), che evita gli effetti collaterali a carico del tratto gastrointestinale.

1. Dedov I.I., Fadeev V.V. Introduzione alla Diabetologia. M., 1998.S. 15-18.

2. Balabolkin M. I. Endocrinologia. M., 1998.S.438-470.

3. Hollander PA, Elbein SC, Hirsch IB et al. Ruolo di orlistat nel trattamento dei patitnts obesi con diabete di tipo 2 // Diabetes Care. 1998. 21. 1288-1294.

4. Harris MI Tolleranza al glucosio compromessa: prevalenza e conversione in NIDDM // Diabet Med. 1996. 13. 9-11.

5. Saad MF, Knowler WC, Pettitt DJ, Nelson RG et al. La storia naturale della ridotta tolleranza al glucosio negli indiani Pima // N Engl J Med. 1988. 319. 1500-1506.

6. Chiasson JL La prova stop-NIDDM. Uno studio internazionale sull'efficacia di un inibitore della a-glucosidasi per prevenire il diabete di tipo 2 in una popolazione con IGT // Diabetes Care. 1998. 21. 1720-1725.

7. Yang Wenying, Lin Lixiang, Qi Jinwu et al. L'effetto preventivo di Acarbose e Metformina sulla popolazione IGT dal diabete mellito: uno studio prospettico multicentrico di 3 anni // Clin J Endocrinol. 2001. 3. 1-7.

8. Roslyakova L. V. et al.L'effetto dell'acarbosio (glucobay) sul metabolismo lipidico dei pazienti con diabete mellito non insulino-dipendente // Archivio terapeutico. 2000. N. 8. S. 54-56.

Diabetus Italia