Diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2 trattamento, sintomi e segni

  • Alla salute!
  • >
  • Temi del portale
  • >
  • recupero
  • >
  • malattia
  • >
  • Diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2: trattamento, sintomi e segni

Il diabete mellito o semplicemente il diabete è un gruppo di malattie metaboliche in cui una persona ha glicemia alta. Ciò accade sia perché il pancreas non produce abbastanza insulina, sia perché le cellule non rispondono all'insulina prodotta. Tale glicemia alta produce i classici sintomi di poliuria (minzione frequente), polidipsia (aumento della sete) e polifagia (aumento della fame).

Gli studi hanno dimostrato che l'incidenza del diabete di tipo 2 tra bambini e adolescenti è in aumento. Idealmente, l'obiettivo del trattamento è di normalizzare il livello di emoglobina glicata.

Esistono tre tipi principali di diabete mellito (DM).

  • Il diabete mellito di tipo 1 si verifica a causa dell'insufficiente produzione di insulina da parte del corpo, attualmente una persona ha bisogno di insulina o indossa un distributore di insulina. In precedenza, questo tipo di diabete era chiamato "diabete mellito insulino-dipendente" (IDDM) o "diabete giovanile".
  • Il diabete mellito di tipo 2 è dovuto all'insulino-resistenza, una condizione in cui le cellule non sono in grado di usare correttamente l'insulina, a volte in combinazione con una carenza assoluta di insulina. Questa forma era precedentemente chiamata diabete mellito non insulino-dipendente (NIDDM) o "diabete adulto".
  • La terza forma principale, il diabete gestazionale, si verifica quando le donne in gravidanza senza diabete mellito pre-diagnosticato sviluppano alti livelli di glucosio nel sangue. Ciò può precedere lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Altre forme di diabete includono il diabete mellito congenito, che è causato da difetti genetici nella secrezione di insulina; diabete associato a fibrosi cistica; diabete steroideo indotto da alte dosi di glucocorticoidi e varie forme di diabete monogenico.

Tutte le forme di diabete sono curabili da quando l'insulina è diventata disponibile nel 1921 e il diabete di tipo 2 può essere controllato con i farmaci. Entrambi i tipi 1 e 2 sono malattie croniche che non possono essere curate. Il trapianto pancreatico ebbe scarso successo nel diabete mellito di tipo 1, la chirurgia di bypass gastrico ebbe successo in molti casi con obesità patologica e diabete mellito di tipo 2. Il diabete gestazionale di solito scompare dopo la nascita. Il diabete senza un trattamento adeguato può causare molte complicazioni. Le complicanze acute comprendono ipoglicemia, chetoacidosi diabetica o coma iperosmolare non chetotico. Le complicanze gravi a lungo termine includono malattie cardiovascolari, insufficienza renale cronica e retinopatia diabetica (danno retinico). È quindi importante un trattamento adeguato per il diabete, oltre a controllare la pressione sanguigna e i fattori dello stile di vita come smettere di fumare e mantenere un peso corporeo sano.

In tutto il mondo, dal 2012, si stima che 346 milioni di persone abbiano il diabete di tipo 2.

Tipi di diabete

Il diabete mellito è diviso in quattro categorie principali: tipo 1, tipo 2, diabete gestazionale e "altri tipi specifici". "Altri tipi specifici" sono una raccolta di diverse decine di casi individuali. Il termine "diabete", senza specifiche, di solito si riferisce al diabete. Una malattia rara, il diabete insipido presenta sintomi simili al diabete, ma senza disturbi del metabolismo dello zucchero (insipido significa "senza gusto" in latino).

Il termine "diabete di tipo 1" ha sostituito molti dei termini precedenti, inclusi diabete infantile, diabete giovanile e diabete mellito insulino-dipendente (IDDM). Allo stesso modo, il termine "diabete di tipo 2" ha sostituito diversi termini precedenti, incluso il diabete adulto associato a obesità, diabete mellito e diabete mellito non insulino-dipendente (DM). A parte questi due tipi, non esiste una nomenclatura standard armonizzata.

Diabete di tipo 1

Il diabete di tipo 1 è caratterizzato dalla perdita di cellule beta delle isole di Langerhans che producono insulina nel pancreas, che porta alla carenza di insulina. Questo tipo può essere ulteriormente classificato come immune o idiopatico. La maggior parte delle malattie del diabete mellito di tipo 1 sono immuni in natura, in cui la perdita di cellule beta è un attacco autoimmune delle cellule T. Non sono note misure preventive contro il diabete di tipo 1, che causa circa il 10% dei casi di diabete nel Nord America e in Europa. La maggior parte delle persone colpite erano in buona salute e avevano un peso normale all'inizio della malattia. La sensibilità e la suscettibilità all'insulina sono generalmente normali, soprattutto nelle fasi iniziali. Il diabete di tipo 1 può colpire bambini o adulti, ma è tradizionalmente chiamato diabete giovanile perché la maggior parte di questi casi di diabete erano nei bambini.

Insumed -   Porridge di miglio con zucca per pancreatite

Il diabete labile, noto anche come diabete instabile, è un termine che viene tradizionalmente usato per descrivere forti e periodiche fluttuazioni dei livelli di glucosio, che si verificano spesso senza una ragione apparente nel diabete insulino-dipendente. Questo termine, tuttavia, non ha basi biologiche e non deve essere usato. Ci sono molte ragioni per il fatto che il diabete di tipo 1 è accompagnato da iperglicemia irregolare e imprevedibile, spesso con chetosi e talvolta grave ipoglicemia, tra cui una violazione della risposta anti-regolatoria di ipoglicemia, un'infezione latente, gastroparesi (che porta all'assorbimento instabile dei carboidrati alimentari) e all'endocrinopatia ad es. morbo di Addison). Si ritiene che questi fenomeni non si verifichino più spesso che tra l'1% e il 2% delle persone con diabete di tipo 1.

Diabete di tipo 2

Il diabete mellito di tipo 2 è caratterizzato da insulino-resistenza, che può essere combinata con una secrezione di insulina relativamente bassa. Si ritiene che le reazioni difettose dei tessuti corporei all'insulina siano associate ai recettori dell'insulina. Tuttavia, non sono stati rilevati difetti specifici. I casi di diabete associati a un difetto noto sono classificati separatamente. Il diabete di tipo 2 è il tipo più comune.

In una fase iniziale di tipo 2, la patologia predominante è una ridotta sensibilità all'insulina. In questa fase, l'iperglicemia può essere trattata con una varietà di misure e farmaci che migliorano la sensibilità all'insulina o riducono la produzione di glucosio nel fegato.

Confronto tra diabete di tipo 1 e di tipo 2

Principalmente nei bambini

Principalmente negli adulti

Sottile o normale

Basso o assente

Normale, ridotta o aumentata

Соответствие
gemelli identici

Il diabete mellito gestazionale assomiglia al diabete di tipo 2 in diversi modi, inclusa una combinazione di secrezione e sensibilità di insulina relativamente insufficienti. Si verifica in circa il 2-5% di tutte le gravidanze e può migliorare o scomparire dopo il parto. Il diabete gestazionale è completamente curabile, ma è necessaria un'attenta supervisione medica durante la gravidanza. Circa il 20-50% delle donne affette sviluppa diabete di tipo 2 in età avanzata.

Sebbene possa essere temporaneo, il diabete gestazionale non trattato può danneggiare la salute del feto o della madre. I rischi per il bambino includono macrosomia (alto peso alla nascita), malformazioni congenite del cuore e del sistema nervoso centrale e malformazioni dei muscoli scheletrici. L'aumento dell'insulina nel feto può interferire con la produzione di tensioattivi nel feto e causare sindrome da distress respiratorio. L'iperbilirubinemia può derivare dalla distruzione dei globuli rossi. Nei casi più gravi, può verificarsi la morte perinatale, molto spesso a causa della scarsa perfusione placentare dovuta a disturbi vascolari. Può essere indicata la stimolazione del travaglio con una diminuzione della funzione placenta. Un taglio cesareo può essere eseguito se si notano sofferenza fetale o un aumentato rischio di lesioni da macrosomia, come la distocia brachiale.

Uno studio statunitense del 2008 ha scoperto che il numero di donne americane in gravidanza con diabete preesistente è in aumento. In effetti, il numero di casi di diabete nelle donne in gravidanza è più che raddoppiato negli ultimi sei anni. Ciò è particolarmente problematico perché il diabete aumenta il rischio di complicanze durante la gravidanza e aumenta anche la probabilità che anche i bambini le cui madri hanno il diabete siano esposti ad esso in futuro.

Altri tipi di diabete

Una predisposizione al diabete indica una condizione che si verifica quando il livello di glucosio nel sangue di una persona è al di sopra del normale, ma non abbastanza alto da diagnosticare il diabete di tipo 2. Molte persone che sviluppano il diabete di tipo 2 in futuro sono in uno stato di prediabete da molti anni, che si chiama "la più grande epidemia medica d'America".

Il diabete autoimmune latente negli adulti è una condizione in cui il diabete di tipo 1 si sviluppa negli adulti. Gli adulti con diabete autoimmune latente sono spesso diagnosticati erroneamente come inizialmente con diabete di tipo 2, in base all'età piuttosto che all'eziologia.

Alcuni casi di diabete sono causati dal fatto che i recettori dei tessuti corporei non rispondono all'insulina (anche quando il livello di insulina è normale, che lo distingue dal diabete di tipo 2); questa forma è molto rara. Le mutazioni genetiche (autosomiche o mitocondriali) possono portare a difetti nel funzionamento delle cellule beta. Gli effetti anormali dell'insulina possono anche essere determinati geneticamente in alcuni casi. Qualsiasi malattia che causa danni ingenti al pancreas può portare al diabete (ad esempio, pancreatite cronica e fibrosi cistica). Le malattie associate a un'eccessiva secrezione di ormoni insulina-antagonisti possono portare al diabete (che di solito vengono curati quando vengono rimossi gli ormoni in eccesso). Molti farmaci peggiorano la secrezione di insulina e alcune tossine danneggiano le cellule pancreatiche. Nell'ICD-10 (1992) sono stati diagnosticati casi. diabete a causa di malnutrizionetuttavia, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, erano obsoleti quando fu introdotta l'attuale tassonomia nel 1999.

Insumed -   Diabete mellito - cause, sintomi, diagnosi

Sintomi e segni del diabete

I sintomi classici del diabete non trattato sono perdita di peso, poliuria (minzione frequente), polidipsia (aumento della sete) e polifagia (aumento della fame). I sintomi possono svilupparsi rapidamente (settimane o mesi) con il diabete di tipo 1, mentre con il diabete di tipo 2 di solito si sviluppano molto più lentamente e possono essere deboli o assenti.

Alti livelli prolungati di glucosio nel sangue possono causare l'assorbimento del glucosio nella lente dell'occhio, il che porta a cambiamenti nella sua forma, con conseguente cambiamento nella visione. La visione offuscata è una lamentela comune che porta alla diagnosi del diabete; in caso di rapidi cambiamenti di visione, si dovrebbe sempre assumere un tipo; e con il tipo 1, di norma, la modifica è più graduale, ma è comunque necessario prestare attenzione ad essa. Alcune eruzioni cutanee che possono verificarsi con il diabete sono generalmente conosciute come dermadromi diabetici.

Emergenze del diabete

Le persone (di solito con diabete mellito di tipo 1) possono anche avere chetoacidosi diabetica, una condizione di disregolazione metabolica caratterizzata dall'odore di acetone, respirazione rapida e profonda, nota come respirazione di Kussmaul, nausea, vomito, dolore addominale e stati di coscienza alterati.

Una possibilità rara ma non meno difficile è una condizione non chetotica iperosmolare, che è più comune nel diabete di tipo 2 ed è principalmente il risultato della disidratazione.

Tutte le forme di diabete aumentano il rischio di complicanze a lungo termine. Di solito si sviluppano dopo molti anni (10-20), ma possono essere il primo sintomo in coloro che altrimenti non avevano una diagnosi prima di questo momento. Le principali complicanze a lungo termine associate a danni ai vasi sanguigni. Il diabete raddoppia il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Le principali malattie "macro" (associate all'aterosclerosi delle grandi arterie) sono la coronaropatia (angina pectoris e infarto del miocardio), l'ictus e la malattia vascolare periferica.

Il diabete distrugge anche i capillari (causa la microangiopatia). La retinopatia diabetica, che influenza la formazione dei vasi sanguigni nella retina, può portare a sintomi visivi, riduzione della vista e possibilmente cecità. La nefropatia diabetica, l'effetto del diabete sui reni, può portare a cicatrici nel tessuto renale, alla perdita di una piccola o progressivamente maggiore quantità di proteine ​​nelle urine e, in definitiva, a malattie renali croniche che richiedono dialisi. La neuropatia diabetica è l'effetto del diabete sul sistema nervoso, che spesso provoca intorpidimento, formicolio e dolore alle gambe e aumenta anche il rischio di danni alla pelle a causa della percezione alterata. Insieme alle malattie vascolari delle gambe, la neuropatia aumenta il rischio associato ai piedi (ad esempio, ulcere del piede diabetico), che sono difficili da trattare e talvolta richiedono l'amputazione.

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Cause del diabete

Le cause del diabete dipendono dal suo tipo.

Il diabete mellito di tipo 1 è parzialmente ereditato e quindi causato da alcune infezioni, con alcune prove che indicano il virus Coxsackie B4. Un elemento genetico nella sensibilità individuale ad alcuni di questi fattori scatenanti indica, in particolare, i genotipi HLA (ad esempio, gli autoidentificatori genetici a cui fa riferimento il sistema immunitario). Tuttavia, anche coloro che hanno ereditato la suscettibilità al diabete di tipo 1 sembrano avere un fattore scatenante nell'ambiente. L'aspetto del diabete di tipo 1 non è correlato allo stile di vita.

Il diabete di tipo 2 è associato principalmente a fattori dello stile di vita e alla genetica.

Insumed -   Diabete mellito gestazionale durante la dieta in gravidanza, i sintomi e il trattamento della GDM

Di seguito è riportato un elenco completo di altre cause del diabete.

  1. Difetti genetici a cell cellule
    1. Diabete MODY
    2. Mutazioni del DNA mitocondriale
  2. Difetti genetici nel trattamento dell'insulina o dei suoi effetti
    1. Difetti nella conversione della proinsulina
    2. Mutazioni del gene dell'insulina
    3. Mutazioni del recettore dell'insulina
  3. Difetti pancreatici esocrini
    1. Pancreatite cronica
    2. Resezione del pancreas
    3. Neoplasia del pancreas
    4. Fibrosi cistica
    5. emocromatosi
    6. Pancreatopatia fibrotica
  4. 4. Endocrinopatie
    1. Ormone della crescita in eccesso (Acromegalia)
    2. Sindrome di Cushing
    3. ipertiroidismo
    4. feocromocitoma
    5. glucagonomi
  5. infezione
    1. Infezione da citomegalovirus
    2. Virus Koksaki B
  6. Лекарства
    1. glucocorticoidi
    2. Ormone tiroideo
    3. β-agonistoy
    4. statine

Fisiopatologia della malattia

L'insulina è il principale ormone che regola l'assorbimento del glucosio dal sangue nella maggior parte delle cellule (principalmente nelle cellule muscolari e grasse, ma non nelle cellule del sistema nervoso centrale). Pertanto, la carenza di insulina o l'insensibilità dei suoi recettori svolge un ruolo centrale in tutte le forme di diabete.

Le persone sono in grado di digerire alcuni carboidrati, in particolare l'amido più comune negli alimenti; alcuni disaccaridi, come il saccarosio, vengono convertiti in poche ore in forme più semplici, principalmente il glucosio monosaccaride, la principale fonte energetica di carboidrati utilizzati dall'organismo. I restanti composti vengono trasmessi per l'elaborazione della flora intestinale, principalmente nel colon. L'insulina viene secreta nel sangue dalle cellule beta (cellule β) che si trovano nelle isole di Langerhans nel pancreas, in risposta ad un aumento della glicemia, di solito dopo aver mangiato. Quasi i due terzi delle cellule del corpo usano l'insulina per assorbire il glucosio dal sangue per un ulteriore uso come combustibile e conversione ad altre molecole necessarie o per la conservazione in riserva.

L'insulina è anche il principale segnale di controllo per la conversione del glucosio in glicogeno per la conservazione interna del fegato e delle cellule muscolari. Una diminuzione del glucosio determina sia un rilascio ridotto di insulina dalle cellule β sia una conversione inversa del glicogeno in glucosio quando il livello di glucosio scende. Questo è principalmente controllato dall'ormone glucagone, che agisce in modo opposto all'insulina. Il glucosio, così prodotto con la forza nella memoria interna delle cellule del fegato (sotto forma di glicogeno), rientra nel sangue; le cellule muscolari non hanno il meccanismo di esportazione necessario. In genere, le cellule del fegato lo fanno quando i livelli di insulina sono bassi (che di solito è correlato a bassi livelli di glucosio nel sangue).

Livelli più elevati di insulina aumentano alcuni processi anabolici ("costruzione"), come la crescita e la duplicazione delle cellule, la sintesi di proteine ​​e grassi. L'insulina (o la sua assenza) è il segnale principale nella conversione di molti processi metabolici bidirezionali da catabolici ad anabolici e al contrario. In particolare, bassi livelli di insulina sono il fattore scatenante per l'avvio o l'interruzione della chetosi (la fase metabolica della combustione dei grassi).

Se la quantità di insulina è insufficiente, se le cellule rispondono male agli effetti dell'insulina (insensibilità o resistenza all'insulina) o se l'insulina è difettosa, il glucosio non svolgerà la sua azione abituale, quindi non sarà assorbito correttamente dalle cellule del corpo che ne hanno bisogno e non sarà immagazzinato correttamente nel fegato e nei muscoli. Il risultato finale è un livello elevato e costante di glucosio nel sangue, una scarsa sintesi proteica e altri disturbi metabolici, come l'acidosi.

Quando la concentrazione di glucosio nel sangue sale a 9-10 mmol / L (ad eccezione di determinate condizioni, come la gravidanza), oltre la sua soglia renale (cioè quando il livello di glucosio supera il massimo di trasporto del riassorbimento del glucosio), il riassorbimento del glucosio nei tubuli renali prossimali è incompleto e parte del glucosio rimane nelle urine (glicosuria). Ciò aumenta la pressione osmotica dell'urina e impedisce il riassorbimento di acqua nei reni, che porta ad un aumento della produzione di urina (poliuria) e ad una maggiore perdita di liquidi. Il volume di sangue perso verrà reintegrato osmoticamente dall'acqua contenuta nelle cellule del corpo e in altre parti del corpo, causando disidratazione e aumento della sete.

Diagnosi di diabete

Il diabete mellito è caratterizzato da iperglicemia ripetuta o costante e la diagnosi viene fatta quando viene rilevato uno dei seguenti fattori:

  • Glicemia a digiuno ≥ 7,0 mmol / L (126 mg / dL)
  • Glucosio plasmatico ≥ 11,1 mmol / L (200 mg / dl) due ore dopo la somministrazione orale di 75 g di glucosio come test per la tolleranza al glucosio.
  • Sintomi di iperglicemia e glucosio plasmatico casuale ≥ 11,1 mmol / L (200 mg / dL)
  • Emoglobina glicata ≥ 6,5%

Criteri per la diagnosi del diabete

Diabetus Italia