Diabete nei bambini e negli adolescenti

Il diabete mellito è una malattia endocrina cronica progressiva in cui il corpo umano non è in grado di assorbire i carboidrati ottenuti con il cibo. Allo stesso tempo, non solo il metabolismo è disturbato, ma anche altri organi e sistemi vitali sono interessati, il che porta alla loro disfunzione. Il diabete mellito si sviluppa quando vi è una "rottura di qualsiasi legame nella catena continua di trasformazione" del glucosio: carenza di insulina (un ormone sintetizzato da cellule beta del pancreas), sintesi di insulina "errata" e resistenza dei recettori degli organi bersaglio all'insulina.

Data la patogenesi di questa malattia, nel mondo è stata adottata una classificazione unificata del diabete mellito:

  • Diabete mellito di tipo 1 – è associato alla distruzione di massa delle cellule pancreatiche che producono ormoni (pancreas) e alla formazione di una carenza assoluta di insulina. Un altro nome è il diabete insulino-dipendente;
  • Diabete mellito di tipo 2 – si sviluppa con un normale o lieve cambiamento nel livello di insulina nel sangue sullo sfondo della resistenza dei recettori degli organi bersaglio a questo ormone polipeptidico;
  • Tipi specifici di diabete associati a malattie infettive, difetti genetici, processi autoimmuni, altre malattie patologiche del pancreas, l'uso di determinati preparati e sostanze farmacologici. Questo tipo comprende anche malattie endocrine e congenite, che portano alla formazione secondaria di diabete mellito.
  • Il diabete gestazionale o il diabete in gravidanza, che presenta una differenza significativa rispetto a tutte le forme precedenti, è un decorso transitorio.

Per i bambini e gli adolescenti, il diabete mellito di tipo 1 è più rilevante e rappresenta oltre il 90% dei casi di questa malattia. Può verificarsi a qualsiasi età del bambino, ma il picco della manifestazione cade su due periodi "critici": 5-6 e 11-13 anni. Tuttavia, ci sono precedenti per la formazione del diabete di tipo 2 nei bambini. In tali casi, la resistenza all'insulina viene più spesso diagnosticata in rappresentanti delle razze africane e asiatiche, messicani e nordamericani.

Contenuto:

Cause del diabete nei bambini

Fino ad oggi, gli scienziati hanno studiato in dettaglio tutte le sfumature della patogenesi del diabete, ma non sono riuscite a stabilire le cause specifiche di questo disturbo. I principali esperti di diabetologia hanno annunciato un elenco di fattori che possono scatenare il diabete di tipo 1:

  • Trigger infettivi: rosolia, parotite, varicella, epatite, enterovirus. Tutti sono in grado di innescare una cascata di processi autoimmuni che portano alla massiccia distruzione delle cellule beta del pancreas e alla carenza assoluta di insulina.
  • Predisposizione ereditaria In presenza del diabete in uno dei parenti, il rischio di questa patologia nelle generazioni successive è significativamente aumentato. Inoltre, il trasporto di alcuni geni è associato all'insorgenza del diabete mellito (gene HLA);
  • Sostanze chimiche che possono scatenare la morte delle cellule pancreatiche che producono insulina. Un elemento separato dovrebbe essere evidenziato fattori di rischio perinatale per il diabete nei bambini. Questi includono: rosolia nella madre, incompatibilità dei gruppi sanguigni della madre e del bambino, gravidanza precoce o tardiva, preeclampsia o nascita patologica, una grande massa del feto alla nascita.

Il diabete di tipo 1 è diviso in due opzioni principali:

  • Diabete mellito autoimmune – si verifica durante la formazione di autoanticorpi a cellule β endocrine del pancreas sotto l'influenza di fattori scatenanti.
  • Diabete mellito idiopatico, per il quale non è stato possibile stabilire una causa e un meccanismo specifici di alterazioni patologiche.

Patogenesi del diabete nei bambini

Il pancreas è un organo di secrezione interna ed esterna che supporta il normale metabolismo e favorisce la digestione. Questa ghiandola contiene cellule ormonali attive specifiche: cellule beta degli isolotti di Langerhans. Sono responsabili della sintesi dell'insulina, l'ormone polipeptidico, con cui viene regolato il metabolismo dei carboidrati, dei lipidi e delle proteine. L'insulina fornisce: utilizzo di glucosio, aminoacidi e acidi grassi, sintesi di glicogeno, grassi e proteine, inibisce la gluconeogenesi.

Come risultato della distruzione delle cellule dell'isoletta pancreatica da parte degli anticorpi, esiste un'assoluta carenza di insulina (per questo, la percentuale di cellule ß morte deve superare il 90%), che porta ad un aumento persistente del livello di glucosio nel sangue (iperglicemia) e delle urine (glucosuria).

Il glucosio è la principale fonte di energia per la maggior parte delle cellule del corpo umano. La carenza di insulina "blocca" il flusso di glucosio dal sangue alle cellule, che termina con la loro deplezione e necrosi. Pertanto, il diabete mellito è caratterizzato da un danno a quasi tutti gli organi, che è accompagnato da un quadro clinico piuttosto vivido e diversificato. Il diabete mellito è spesso chiamato la malattia "carenza di carboidrati delle cellule in condizioni di eccesso di carboidrati (glucosio, saccarosio, fruttosio, amido) nel sangue".

Sintomi del diabete nei bambini

Il diabete di tipo 1 nei bambini procede in più fasi:

  • stadio preclinico;
  • debutto della malattia;
  • remissione transitoria, o fase della "luna di miele";
  • cronicità della malattia con formazione di dipendenza dalla terapia insulinica.

I medici spesso saltano lo stadio preclinico del diabete mellito insulino-dipendente, poiché l'unica conferma della patologia è l'identificazione di specifici marcatori autoimmuni e genetici. Questi test sono indicati per i bambini con fattori di rischio per lo sviluppo del diabete. Lo stadio preclinico può durare diversi anni, fino a quando un certo innesco innesca il meccanismo autoimmune della morte delle cellule del pancreas.

Il debutto del diabete di tipo 1 nei bambini può essere diviso in due opzioni:

  • Il verificarsi di sintomi che non richiedono una correzione urgente. Questi includono: rapida perdita di peso, polidipsia (sete), poliuria (minzione rapida), enuresi, vomito, candidosi vaginale nelle ragazze, malattie della pelle (neurodermite, foruncolosi, vitiligine, sclerodermia, lipodistrofia), diminuzione delle funzioni cognitive.
  • Sintomi potenzialmente letali che richiedono cure mediche di emergenza. A questa categoria di debutto ci sono la chetoacidosi, l'acidosi lattica, il coma iperosmolare.

La chetoacidosi è una condizione grave e urgente che si verifica in un contesto di livelli elevati di glucosio e corpi chetonici nel sangue. Come dimostra l'esperienza clinica, è in questa condizione che la maggior parte delle diagnosi di diabete insulino-dipendente vengono fatte per la prima volta.

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Sintomi di chetoacidosi:

  • grave disidratazione del bambino (pelle secca e mucose, prurito, riduzione del turgore ed elasticità della pelle, aumento della frequenza cardiaca e riduzione della pressione sanguigna);
  • perdita di peso dovuta a disidratazione;
  • poliuria;
  • iperventilazione – inspirazioni-esalazioni frequenti e superficiali (respirazione di Kussmaul);
  • odore di acetone all'espirazione;
  • vomito;
  • shock ipovolemico – una diminuzione critica della pressione sanguigna;
  • disturbi della coscienza: stupore, stupore, coma.

Dopo la nomina di un regime individuale di terapia insulinica, i bambini sperimentano spesso una "remissione transitoria" o, come viene chiamato, "luna di miele". Durante questo periodo, la necessità di insulina diminuisce e il livello di glucosio nel sangue rientra nei limiti normali anche con cambiamenti nel regime di attività fisica e nutrizione. È importante capire che la "luna di miele" è solo un miglioramento a breve termine delle condizioni del bambino, e non la sua completa guarigione, e che i genitori dovrebbero fare attenzione il più possibile, perché la dipendenza permanente dall'insulina è il prossimo stadio del diabete. L'iniezione giornaliera di insulina per tali pazienti diventa un modo di sopravvivere e qualsiasi errore nel regime di trattamento o nella dieta può portare a gravi complicazioni.

Un lungo decorso del diabete porta a danni agli organi bersaglio: vasi sanguigni, nervi, retina, reni e altri organi. Questo si manifesta:

  • Angiopatia diabetica – una lesione vascolare che porta a una violazione dei tessuti molli trofici.
  • Retinopatia diabetica – una patologia della retina oculare, che comporta una progressiva riduzione della visione;
  • Neuropatia diabetica – danno ai nervi periferici, che si manifesta con una spiacevole sensazione di formicolio, una diminuzione della sensibilità degli arti.
  • Nefropatia diabetica – compromissione della funzionalità renale con formazione di insufficienza renale cronica.

Tutte queste complicanze del diabete possono essere evitate o la loro progressione rallentata. Per fare ciò, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico, massimizzare il proprio stile di vita e seguire rigorosamente lo schema della terapia insulinica.

Diagnosi del diabete nei bambini

L'indicatore principale di una violazione del metabolismo dei carboidrati è il livello di glucosio nel sangue, che normalmente è 3,3-5,5 mmol / L. Questa analisi deve essere eseguita a stomaco vuoto (8 ore dopo un pasto). Poiché è piuttosto difficile per i bambini soddisfare questa condizione, per questa categoria di pazienti viene utilizzata una misurazione casuale della glicemia. In casi controversi, viene utilizzata un'ulteriore analisi: un test di tolleranza al glucosio. Implica la misurazione della glicemia 2 ore dopo un carico di carboidrati (assunzione orale di 75 g di glucosio).

Per i bambini, un importante metodo diagnostico esplicito è la determinazione della glucosuria e della chetonuria utilizzando nastri indicatori che mostrano la presenza di queste sostanze nelle urine.

La misurazione dei livelli di glucosio nel sangue e nelle urine può solo confermare o confutare la diagnosi. Per ottenere informazioni più dettagliate sulle condizioni del paziente, vengono effettuati i seguenti studi:

  • determinazione del livello di insulina nel sangue, emoglobina glicosilata e peptide C (consentono di impostare lo stadio della compensazione del diabete);
  • esame del sangue per marcatori genetici e autoimmuni;
  • Esecuzione di test clinici e di laboratorio standard: analisi del sangue generale, analisi delle urine generale;
  • consultazione di specialisti ristretti: oculista, neuropatologo, chirurgo per la diagnosi del danno d'organo bersaglio.

Diagnosi differenziale del diabete di tipo 1 e di tipo 2 nei bambini

Il debutto del diabete di tipo 1 nei bambini si verifica tra i 6 mesi e la prima adolescenza. Molto spesso, l'insorgenza della malattia è acuta, con un vivido quadro clinico. Il diabete mellito di questo tipo è associato alla sintesi dei corpi chetonici nel sangue e alla frequente insorgenza della chetoacidosi, una diminuzione del peso corporeo all'inizio della malattia. Poiché la causa del diabete di tipo 1 è la carenza assoluta di insulina, l'unico metodo efficace per correggere questa condizione è la terapia sostitutiva con insulina.

L'incidenza del diabete di tipo 2 nei bambini non supera il 10%. Includono principalmente afroamericani, asiatici, messicani. Il debutto della malattia cade nel periodo adolescenziale. Il decorso della patologia è spesso graduale, ma la gravità della malattia varia da lieve a estremamente grave. In tali pazienti vengono spesso rilevati sovrappeso e acantosi nera. Va notato che la predisposizione genetica al diabete di tipo 2 è più importante rispetto al diabete di tipo 1. Mantenere livelli adeguati di glucosio nel sangue può essere raggiunto con farmaci ipoglicemizzanti orali.

Trattamento del diabete nei bambini

Il diabete mellito è una malattia cronica che richiede un trattamento continuo. Poiché il diabete mellito di tipo 1 si verifica a causa della mancanza di insulina nel sangue, finora l'unico metodo per correggere la malattia è la terapia sostitutiva con il suo analogo sintetico. Ma oltre al trattamento farmacologico, il regime di trattamento per bambini e adolescenti con diabete comprende:

  • Terapia dietetica. Seguire una dieta adeguata dovrebbe essere un'abitudine per ogni paziente. La modifica del pasto consiste di due componenti: cambiare il rapporto di proteine, grassi e carboidrati nella dieta e creare il programma alimentare corretto. Per fornire al corpo del bambino energia sufficiente per una crescita e uno sviluppo adeguati, la composizione dei carboidrati nella dieta quotidiana non deve superare il 50-65%, i grassi – 30-35% e le proteine ​​- 10-15%. È accettabile un'assunzione moderata di saccarosio fino al 10% e sale fino a 6 g al giorno. Il numero di pasti dipende dall'intensità dell'attività fisica. Dovrebbero essere distinti tre pasti principali e due aggiuntivi. Tutti i prodotti consumati devono soddisfare il fabbisogno energetico del bambino, essere il più possibile fortificati. Inoltre, eventuali errori nella dieta devono essere corretti da cambiamenti nella dose di insulina, poiché un eccesso di cibo può provocare un attacco di iperglicemia e malnutrizione – ipoglicemia.
  • L'attività fisica dosata consente di bilanciare il metabolismo energetico, regolare l'indice di massa corporea e mantenere il corpo in buona forma. 2,5 ore a settimana sono sufficienti per questo.

Tutto il cibo consumato per i pazienti con diabete viene convertito in unità di pane (XE). Un XE equivale a 12 g di carboidrati, che corrispondono condizionatamente a 60 g di pane bianco. A seconda del regime del giorno, la quantità consentita di assunzione di cibo varia da 12 a 27 XE. La norma per ogni bambino in particolare può essere determinata solo da un medico, sulla base dei dati di ricerca e di una storia raccolta.

La terapia insulinica è un metodo di terapia sostitutiva che consente di mantenere artificialmente un livello "fisiologico" di insulina nel sangue. Oggi ci sono molti preparati insulinici: azione breve, ultra corta, farmaci con azione media e lunga, farmaci combinati. Tutti sono usati nel trattamento di un bambino.

La dose giornaliera di insulina dipende dalla dieta, dall'attività fisica, dall'età, dal peso corporeo, dallo stadio e dalla gravità della malattia, dalla presenza di un'altra malattia. I genitori dovrebbero capire chiaramente che un cambiamento di questi parametri dovrebbe essere accompagnato da una visita dal medico e da un cambiamento nella dose di insulina.

Diabetus Italia