Terapia sostitutiva del testosterone moderne opportunità e prospettive

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Il quadro clinico dell'ipogonadismo negli uomini è caratterizzato da sintomi tipici come deterioramento emotivo e cognitivo, nonché compromissione della funzione sessuale; poi c'è una diminuzione della massa muscolare, un aumento del tessuto adiposo viscerale e lo sviluppo dell'osteoporosi. È stato inoltre dimostrato che, sullo sfondo della carenza di androgeni, la sensibilità dei tessuti all'insulina diminuisce. Nei pazienti anziani con la sindrome del cosiddetto ipogonadismo tardivo (correlato all'età) (LOH), la clinica della carenza di androgeni può essere leggermente diversa a causa della frequente presenza di concomitanti malattie croniche. La normalizzazione delle concentrazioni sieriche di testosterone, che si verificano sullo sfondo della terapia sostitutiva con preparati di testosterone, ammorbidisce significativamente il quadro clinico dell'ipogonadismo. Più di recente, a disposizione dei medici, sono comparse nuove possibilità per la terapia sostitutiva delle condizioni basate sulla carenza di androgeni: oggi sono disponibili sia forme transdermiche a breve durata che buccali di preparazioni di testosterone e preparazioni di deposito contenenti testosterone undecanoato. Questa pubblicazione presenta i principi di base della diagnosi e della diagnosi differenziale della sindrome da ipogonadismo negli uomini, nonché i moderni metodi di terapia sostitutiva con farmaci testosterone e il monitoraggio a lungo termine dei pazienti.

Attualmente, il campo dell'uso clinico dei preparati di testosterone è la terapia sostitutiva negli uomini con ipogonadismo. Va notato che i preparati di testosterone sono stati utilizzati nella pratica clinica per circa 60 anni. Tuttavia, solo negli ultimi anni, i medici hanno una reale opportunità di scegliere vari farmaci per il testosterone che differiscono l'uno dall'altro sia per la durata dell'azione di questo ormone che per la sua consegna. Il reintegro del contenuto di testosterone nel corpo, ottenuto durante la terapia sostitutiva con questi farmaci, consente di formare, ripristinare e mantenere in modo efficace le funzioni androgeno-dipendenti del corpo maschile. In questo caso, prima di iniziare la terapia sostitutiva con i preparati di testosterone, è indispensabile eseguire una serie di procedure diagnostiche volte a identificare le cause dello sviluppo della sindrome da ipogonadismo in un particolare paziente. Questi test diagnostici devono essere eseguiti coerentemente secondo un piano di esame standardizzato, tenendo conto sia dei sintomi clinici che dei dati di laboratorio e strumentali, principalmente la concentrazione di vari ormoni nel siero del sangue (Fig. 1).
Inoltre, lo svolgimento di una terapia sostitutiva con farmaci a base di testosterone implica il monitoraggio obbligatorio delle condizioni del paziente utilizzando metodi di esame clinico, di laboratorio e strumentale. Ciò è particolarmente vero per un gruppo di uomini anziani e senili, la cui gestione può richiedere esami di controllo più frequenti rispetto ai giovani pazienti.

Tattiche moderne per il sospetto ipogonadismo
Clinicamente, l'ipogonadismo è caratterizzato da una varietà di sintomi di natura psicologica, cognitiva, sessuale e somatica. Un ruolo importante nella manifestazione clinica dell'ipogonadismo è svolto dall'età del paziente al momento dell'insorgenza della malattia (Tabella 1), sebbene in linea di principio la clinica della malattia negli uomini anziani con ipogonadismo sia simile a quella dei giovani uomini, ma è molto meno pronunciata. Va tenuto presente che il quadro clinico nei pazienti anziani può essere parzialmente dovuto alla presenza di altre malattie croniche che sono strettamente correlate al processo di invecchiamento (Tabella 1).
Se il paziente rileva sintomi che sospettano ipogonadismo, devono essere prese le misure diagnostiche standard (Fig. 1). I principali meccanismi patogenetici dello sviluppo della sindrome da ipogonadismo sono il funzionamento alterato delle cellule di Leydig che producono testosterone (ipogonadismo primario) e i disturbi del collegamento ipotalamo-ipofisario centrale (ipogonadismo secondario), che regola la produzione di androgeni attraverso la produzione dell'ormone luteinizzante (LH).

Sintomi tipici dell'ipogonadismo tardivo (età) (LOH)
• diminuzione della libido;
• riduzione della frequenza delle erezioni e deterioramento della loro qualità;
• mancanza di erezioni notturne;
• depressione, affaticamento, debolezza, irritabilità;
• diminuzione dell'attività intellettuale: deterioramento delle funzioni cognitive e capacità di navigare nello spazio;
• disturbi del sonno;
• diminuzione della massa muscolare, diminuzione del volume muscolare e della forza muscolare;
• un aumento del volume del tessuto adiposo viscerale;
• diminuzione della gravità dei peli sul corpo e deterioramento della pelle;
• osteopenia, osteoporosi, aumento del rischio di fratture.

In conformità con il principio di feedback, che regola la secrezione di ormoni sessuali, l'ipogonadismo primario è accompagnato da un aumento delle concentrazioni di LH e, secondariamente, da una diminuzione. Con l'ipogonadismo tardivo (correlato all'età) (LOH), si nota una disfunzione combinata delle parti centrale e periferica del sistema di regolazione della produzione di androgeni. A seconda della gravità del processo patologico e del suo orientamento, l'ipogonadismo tardivo può essere caratterizzato da concentrazioni sieriche di testosterone ridotte o al limite; mentre il livello di LH può essere leggermente ridotto, aumentato o compreso nell'intervallo normale. Va notato che non esistono chiari criteri di età per la diagnosi di ipogonadismo tardivo: sebbene questa sindrome sia rilevata principalmente negli uomini anziani, può verificarsi anche nei pazienti più giovani.
I sintomi dell'ipogonadismo possono anche manifestarsi con la resistenza dei recettori degli organi bersaglio all'azione degli androgeni; nella maggior parte dei casi, ciò è dovuto a disturbi ereditari a livello di geni che codificano per i recettori degli androgeni. In tali casi, i test di laboratorio mostrano un aumento dei livelli di testosterone e di LH, nonché un aumento dell'indice di sensibilità agli androgeni (indice di sensibilità agli androgeni), che indica la presenza di resistenza degli organi bersaglio nei loro confronti (Tabella 2, Fig. 1).
Se si sospetta ipogonadismo a fini diagnostici, è consigliabile eseguire una valutazione di laboratorio del livello di testosterone totale, LH, ormone follicolo-stimolante (FSH), prolattina ed estradiolo; inoltre, viene calcolato il contenuto di testosterone libero nella frazione del testosterone totale e viene determinata la concentrazione di globulina legante gli ormoni sessuali. Determinare il genotipo dei recettori degli androgeni e la concentrazione di diidrotestosterone nel siero del sangue può essere usato in alcuni casi con sospetta resistenza agli androgeni (Fig. 1).
Vari questionari volti a identificare i sintomi della carenza di androgeni non possono essere utilizzati per lo screening a causa della loro bassa sensibilità e specificità. Nonostante ciò, in alcuni casi possono essere utilizzati a scopo di monitoraggio durante l'implementazione della terapia sostitutiva con preparati di testosterone.

Insumed -   Prevenzione del diabete nelle donne

Tecniche di terapia sostitutiva con testosterone
Dopo aver stabilito una diagnosi di ipogonadismo, si raccomanda di prendere in considerazione la terapia sostitutiva con farmaci testosterone tenendo conto delle controindicazioni assolute e relative (Tabella 3).
La terapia sostitutiva con preparati a base di testosterone consente la realizzazione di tutte le funzioni fisiologiche di questo ormone e dei suoi metaboliti – estradiolo e diidrotestosterone. Un'eccezione è la necessità dell'induzione simultanea della fertilità nell'ipogonadismo secondario: in questo caso, ai pazienti devono essere prescritte le gonadotropine, poiché il testosterone somministrato per via esogena agisce come agente contraccettivo e inibisce la secrezione di gonadotropine.
La tabella 4 presenta i preparati di testosterone attualmente disponibili sul mercato mondiale con un'indicazione dei loro dosaggi standard.

Via di somministrazione orale
La struttura chimica del testosterone undecanoato è etere e può essere assunta per via orale. Il percorso di assorbimento del farmaco è linfatico, entra nel flusso sanguigno attraverso il dotto linfatico toracico. Le caratteristiche dell'assorbimento e della farmacocinetica del testosterone undecanoato quando somministrato per via orale determinano la necessità di prenderlo 2-3 volte al giorno contemporaneamente a cibi ricchi di grassi. Questo farmaco è stato utilizzato nella pratica clinica per più di 30 anni e può essere prescritto a pazienti con lievi forme di ipogonadismo.

Via di somministrazione transdermica
Le patch contenenti testosterone possono imitare i ritmi circadiani della secrezione di questo ormone e aumentare la sua concentrazione nel siero del sangue a valori normali. Allo stesso tempo, non ci sono ancora prove convincenti che l'imitazione della secrezione fisiologica del testosterone sia associata a vantaggi clinici oggettivi. Gli svantaggi dei cerotti contenenti testosterone sono che sono evidenti sulla pelle e spesso causano irritazione. Il paziente deve applicare il cerotto sulla pelle nelle ore serali e indossarlo per almeno 20 ore.
Nei gel contenenti testosterone, i composti di acqua e alcool sono usati come base. L'uso del testosterone in questa forma di dosaggio porta anche alla normalizzazione delle concentrazioni sieriche di questo ormone. L'attività di riassorbimento del testosterone può variare in soggetti diversi, pertanto la dose deve essere selezionata in base agli effetti clinici e ai dati sulla dinamica del contenuto ormonale nel siero del sangue (Tabella 4).
In generale, si consiglia di utilizzare questo metodo di terapia sostitutiva con preparazioni di testosterone ad azione breve usate quotidianamente nei casi in cui è necessario ottenere rapidamente un effetto terapeutico, ad esempio nella fase iniziale della terapia negli uomini più anziani.

Iniezione intramuscolare
Enanthate, che è entrato nella pratica clinica circa 50 anni fa, è ancora ampiamente utilizzato ai fini della terapia sostitutiva con testosterone. L'emivita di questo farmaco è di 4,5 giorni; la massima concentrazione di testosterone nel sangue viene raggiunta 10 ore dopo una singola iniezione intramuscolare in una dose di 250 mg. Uno studio sulla farmacocinetica delle dosi successive del farmaco ci ha permesso di determinare l'intervallo di tempo ottimale tra le iniezioni – sono 2-3 settimane. Allo stesso tempo, sullo sfondo della terapia con testosterone enantato, si osservano fluttuazioni significative nella concentrazione dell'ormone nel sangue, che si manifestano clinicamente.
Una forma di dosaggio di testosterone fondamentalmente nuova è un undecanoato di testosterone a rilascio prolungato destinato alla somministrazione intramuscolare. Non molto tempo fa, questo farmaco è stato introdotto sul mercato mondiale ed è diventato disponibile per l'uso. Il testosterone undecanoato alla dose di 1000 mg, sciolto in olio di ricino, viene somministrato per via intramuscolare in media 4 volte l'anno. Per ottenere rapidamente una concentrazione costante del farmaco nel sangue, la seconda iniezione può essere eseguita 6-10 settimane dopo la prima; quindi l'intervallo tra le amministrazioni può essere aumentato fino a 10-14 settimane. È dimostrato che la somministrazione intramuscolare di testosterone undecanoato prolungato è tanto efficace e affidabile quanto l'uso di testosterone enantato a breve durata d'azione, tuttavia, usando questo moderno farmaco, si possono evitare picchi indesiderati della concentrazione dell'ormone nel plasma sanguigno e sue gocce. Pertanto, quando si utilizza questo farmaco, è possibile impedire al paziente di sviluppare manifestazioni cliniche associate a fluttuazioni delle concentrazioni di testosterone, nonché effetti collaterali dovuti al raggiungimento delle massime concentrazioni di ormoni (in particolare, un aumento delle caratteristiche dell'ematocrito della terapia con testosterone con enantato). Il farmaco non ha rivelato reazioni avverse inattese e di solito è ben tollerato. Il testosterone undecanoato deve essere iniettato lentamente nel muscolo gluteo.

Insumed -   Psicosomatici del diabete

impianti
L'impianto sottocutaneo di pellet contenente testosterone è stato uno dei primi metodi di trattamento dell'ipogonadismo negli uomini. Con l'avvento delle più moderne forme di dosaggio di testosterone (farmaci a lunga durata d'azione per la somministrazione intramuscolare), hanno praticamente perso il loro valore terapeutico, sebbene siano ancora disponibili sul mercato. Il dosaggio standard prevede l'impianto ogni 4-6 mesi sotto la pelle del paziente in media 3-5 granuli contenenti 200 mg di testosterone ed è selezionato individualmente. Gli effetti collaterali di questa via di somministrazione del testosterone includono lo spostamento e la fuoriuscita di pellet, la formazione di lividi nei siti di impianto e infezione.

Via di somministrazione buccale
L'applicazione di forme di dosaggio bioadesivo del testosterone sulla mucosa della guancia evita l'effetto del primo passaggio del farmaco attraverso il fegato. Questa nuova tecnica di terapia sostitutiva con testosterone fornisce una farmacocinetica affidabile del farmaco se usato due volte al giorno. Le concentrazioni di testosterone registrate nel sangue dei pazienti dopo l'applicazione del farmaco superano quelle quando si usano i cerotti e sono paragonabili alle forme di gel. La via di somministrazione buccale del testosterone può essere un'alternativa molto accettabile nei pazienti che necessitano di terapia con farmaci a breve durata d'azione e che hanno precedentemente notato reazioni cutanee indesiderabili durante l'uso di sistemi transdermici.

Terapia sostitutiva con gonadotropina
Questa tecnica terapeutica è riservata e viene utilizzata per indurre fertilità nell'ipogonadismo secondario. Il testosterone somministrato per via esogena non è in grado di stimolare la spermatogenesi; pertanto, le iniezioni sottocutanee di gonadotoropine (LH e FSH) o i loro analoghi dovrebbero essere prescritte per stimolare le cellule di Leydig e le cellule di Sertoli. Il dosaggio dei farmaci è determinato dal tasso di crescita del tessuto testicolare, dall'androgenazione e dalla dinamica di un aumento della concentrazione di testosterone nel siero del sangue; Inoltre, lo sperma nell'eiaculato viene regolarmente monitorato. Nei disturbi ipotalamici, può essere prescritta la terapia del polso GnRH. L'uso della terapia con gonadotropina implica un livello molto elevato di capacità diagnostiche, quindi può essere utilizzato solo in cliniche altamente specializzate.

I benefici della terapia sostitutiva con testosterone
Quando si esegue una terapia sostitutiva con testosterone in pazienti con ipogonadismo, ci si può aspettare una significativa riduzione della gravità dei sintomi della carenza di androgeni o della loro completa scomparsa. Per ottenere un effetto terapeutico pronunciato, potrebbe essere necessario del tempo, che dipende dallo specifico organo bersaglio, ma l'effetto del trattamento sulla sfera emotiva e sulle funzioni sessuali diventa evidente già nelle prime settimane. Quindi, sullo sfondo della terapia sostitutiva con testosterone, i pazienti notano cambiamenti favorevoli dell'umore: una diminuzione della frequenza delle emozioni negative, la scomparsa della depressione, una sensazione di maggiore forza ed energia; si rivelano anche il miglioramento delle funzioni cognitive e l'attivazione dell'elaborazione delle informazioni spaziali e visive. Inoltre, quando si reintegrano il contenuto di testosterone nel corpo, la libido e la qualità della vita sessuale aumentano, la frequenza aumenta e la qualità delle erezioni migliora.
Negli uomini con ipogonadismo, la terapia sostitutiva con testosterone porta a una significativa riduzione del volume del tessuto adiposo viscerale e allo stesso tempo provoca un aumento della massa muscolare. Va notato che questi effetti del testosterone sono dose-dipendenti. Il testosterone e il suo prodotto di aromatizzazione estradiolo hanno un effetto positivo sul metabolismo osseo, quindi, sullo sfondo della terapia sostitutiva con farmaci al testosterone negli uomini con ipogonadismo, la densità ossea aumenta, principalmente a causa dei cambiamenti nell'architettura del tessuto osseo trabecolare. Questo effetto diventa evidente dopo 6 mesi di terapia, ma di solito ci vogliono 2-3 anni per ottenere un risultato positivo stabile.
Indipendentemente dalla preparazione del testosterone utilizzata nella terapia sostitutiva, un aumento delle concentrazioni sieriche di testosterone porta ad un aumento dei livelli di emoglobina nei pazienti con ipogonadismo. Gli effetti della terapia sostitutiva con testosterone con la somministrazione intramuscolare di undecanoato di testosterone ad azione prolungata raggiungono un plateau 6-9 mesi dopo l'inizio del trattamento. Esiste una significativa variabilità nella risposta del sistema di emopoiesi alla terapia con testosterone in vari individui; in alcuni uomini, specialmente negli anziani, possono verificarsi livelli inaccettabilmente elevati di emoglobina ed ematocrito, pertanto il dosaggio del farmaco deve essere regolato per prevenire reazioni avverse vascolari. Va notato che questi ultimi si trovano di solito con la somministrazione intramuscolare di farmaci a breve durata d'azione (testosterone enantato).

Monitoraggio dei pazienti sottoposti a terapia sostitutiva con testosterone
La tabella 5 mostra l'algoritmo per il monitoraggio dei pazienti durante la terapia sostitutiva con farmaci testosterone, indicando i parametri studiati e i tempi della loro determinazione. Negli uomini anziani e senili, il monitoraggio deve essere guidato dalle raccomandazioni dell'ISSAM / ISA / EAU per la gestione dei pazienti con ipogonadismo tardivo.
Poiché la ghiandola prostatica è un organo androgeno dipendente, di solito aumenta di dimensioni con la terapia sostitutiva del testosterone. All'inizio del trattamento, di solito si nota un aumento delle concentrazioni di PSA. Il cancro e l'iperplasia prostatica sono abbastanza comuni negli uomini, pertanto, quando si esegue la terapia sostitutiva con testosterone, si raccomanda di condurre uno screening accurato a intervalli di tempo fissi, compresa la misurazione del PSA, l'esame rettale digitale e l'esame ecografico transrettale (Tabella 5).
I risultati patologici e / o livelli di PSA> 4 ng / ml servono come base per l'interruzione temporanea del testosterone e la consultazione con un urologo, nonché, se possibile, la biopsia della prostata. Inoltre, i cambiamenti nei livelli di PSA nel tempo sono uno strumento importante per valutare l'effetto della terapia con testosterone sullo stato della ghiandola prostatica. Si raccomanda anche la sospensione temporanea del testosterone e la consultazione dell'urologo / biopsia prostatica per valori di PSA di 1 ng / ml;
– Dinamica del PSA> 0,4 ​​mg / ml / anno.
Sullo sfondo della terapia sostitutiva con testosterone negli uomini con ipogonadismo, aumenta l'ematocrito. Tuttavia, non dovrebbe superare il 50-52%, poiché se si superano questi valori, aumenta il rischio di complicanze ischemiche. La determinazione dell'ematocrito nei pazienti che necessitano di terapia sostitutiva con testosterone deve essere effettuata regolarmente; in questo contesto, i preparati di testosterone per evitare le concentrazioni di picco dell'ormone nel sangue possono essere considerati più sicuri. Il testosterone ha un effetto sul metabolismo lipidico e la terapia sostitutiva con i suoi farmaci può indurre cambiamenti nel profilo lipidico, la cui relazione con il rischio cardiovascolare rimane poco chiara. Il profilo lipidico deve essere valutato secondo le raccomandazioni riportate nella tabella 5 e possibilmente corretto mediante l'uso di altri farmaci (in particolare le statine). In ogni caso, il paziente deve essere informato della necessità di eliminare i fattori di rischio che hanno un effetto negativo sullo stato del sistema cardiovascolare (fumo, ipertensione arteriosa, ecc.).

Insumed -   Zucchero nel sangue durante la gravidanza (2)

Sindrome metabolica, diabete di tipo 2, rischio cardiovascolare e infiammazione
I processi patologici elencati sono strettamente interconnessi e ogni anno aumenta la loro prevalenza nella popolazione. Anche l'incidenza del diabete di tipo 2, che è stata a lungo attribuita a fattori di rischio consolidati per lo sviluppo della malattia vascolare aterosclerotica, sta crescendo rapidamente. Allo stesso tempo, una caratteristica chiave del diabete mellito di tipo 2 – l'insulino-resistenza – è anche un componente importante della sindrome metabolica. Studi osservazionali hanno dimostrato che negli uomini con diabete mellito, obesità addominale, malattia coronarica e sindrome metabolica, si osserva una riduzione dei livelli sierici di testosterone. Studi di intervento a breve termine supportano il suggerimento che la terapia sostitutiva con testosterone negli uomini con ipogonadismo induca corrispondenti cambiamenti clinici positivi nei marker infiammatori e nello stato del sistema cardiovascolare. È stato dimostrato che la carenza di androgeni può svolgere un ruolo significativo nella patogenesi della resistenza all'insulina e la terapia sostitutiva con androgeni può essere considerata un potenziale mezzo per migliorare il controllo glicemico e ridurre il rischio cardiovascolare, in particolare negli uomini con diabete. Tuttavia, al fine di determinare chiaramente i possibili effetti clinici positivi della terapia sostitutiva con testosterone in pazienti di questa categoria, sono necessari ulteriori studi clinici a lungo termine.

Disfunzione erettile
È stato dimostrato che il processo di insorgenza dell'erezione è direttamente regolato dagli androgeni e che la disfunzione erettile può servire da marcatore precoce del successivo sviluppo di eventi cardiovascolari. Vi sono prove accumulate che l'approccio terapeutico della monoterapia con inibitori della PDE-5 spesso non ha successo nei pazienti con deficit di androgeni. Allo stesso tempo, è stato dimostrato che la terapia aggiuntiva con preparati di testosterone negli uomini con disfunzione erettile e basse concentrazioni di questo ormone nel siero del sangue ha effetti sinergici con gli inibitori della PDE-5, particolarmente pronunciati nei pazienti con diabete mellito.

conclusione
L'ipogonadismo negli uomini è una malattia che porta a una riduzione significativa della qualità della vita e predispone allo sviluppo di altre patologie. Oggi sono a disposizione dei medici un'ampia gamma di opzioni terapeutiche per il trattamento di questa categoria di pazienti. Sono stati sviluppati algoritmi standardizzati per la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio di pazienti con deficit di androgeni.

Stampato in abbreviazione.

Journal of Reproductive Medicine and Endocrinology, vol. 3 (2006), N 2, pag. 109-16

Preparato da Elena Barsukova

ARTICOLI PER IL TEMA

L'articolo presenta il modo giusto di ammalarsi di una buona iperplasia prostatica con i sintomi delle ghiandole incisive inferiori, inclusi i farmaci 5-reduttasi, i farmaci α1-adrenergici e i farmaci αXNUMX-adrenergici. Seredno non ha mai detto questo estratto commerciale in Serenoa repens. Effettuare un'analisi dei risultati degli studi clinici che mostrano l'efficacia del farmaco prescritto in pazienti con una buona iperplasia prostatica dello stadio І-ІІ delle convulsioni. .

A Kiev, all'inizio, ci sono 20 bambini feroci, XNUMX studenti della Scuola di Endocrinologo – un progetto scientifico e educativo, con il metodo dell'educazione professionale di una professione speciale. Il curriculum scientifico della scuola è il presidente dell'Associazione ucraina di endocrinologi in Ucraina, il direttore dell'Istituto di endocrinologia e l'Istituto di Rechovin Im. VP Komisarenka dell'Accademia Nazionale delle Scienze Mediche dell'Ucraina ”, accademico dell'Accademia Nazionale delle Scienze dell'Ucraina, membro corrispondente dell'Accademia Nazionale delle Scienze dell'Ucraina, vicepresidente dell'Accademia Nazionale delle Scienze dell'Ucraina, dottore in scienze mediche, professoressa Mikola Dmitrovich Tronko.

L'ampiezza del diabete cerebrale (CD) zumovlyu zrostannya vitrates sociali ed economici, a causa dello sviluppo di una forte accelerazione, la forma del cuore e della barca, in modo da portare a imparzialità e doppia mortalità. Roszodil naslіdkіv per la salute di tutto il gruppo medio di persone con diabete è caratterizzato da indicatori di salute (mortalità, malattia, sviluppo fisico), malattia della malattia (tasso metabolico, comportamentale) .

Lo Svitovy Galuz protegge la salute è stato colpito dalle grandi vibrazioni – una pandemia causata dal nuovo coronavirus (COVID – 19). Sul sito ufficiale dell'American Society of Hematology (ASH), è stata sviluppata una piattaforma * per lo scambio di informazioni, è stato completato un clic sull'ematologia del paziente. È importante rispettare le informazioni e le informazioni che ti piacciono con shvidvy shvidstyu e la politica della polizia nel territorio della Repubblica del Kazakistan. Per quello, accetta un cliché di rіshennya ammaliante per diagnosticare che il luvuvannya patsita in perdita da obov'yazkom lіkar.

Diabetus Italia