Trattamento chirurgico efficace per il diabete

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Riepilogo. Un'analisi dei risultati del trattamento chirurgico di pazienti con diabete di tipo 2 e obesità

Il diabete mellito di tipo 2 è spesso accompagnato da obesità e disturbi metabolici multipli, il che porta ad un aumento della morbilità e della mortalità ed è un onere finanziario e sociale significativo per la società. Gli sforzi per cambiare stile di vita e alimentazione per prevenire lo sviluppo del sovrappeso non sono sempre efficaci, specialmente nei casi in cui l'obesità e il diabete mellito concomitante sono già un dato di fatto. Solo pochi pazienti con diabete mellito di tipo 2 accertato e sovrappeso patologico possono effettivamente rispettare le restrizioni prescritte per la correzione a lungo termine di queste condizioni sullo sfondo di un costante controllo glicemico. Dato che il tratto gastrointestinale svolge un ruolo importante nella regolazione del metabolismo, deve essere considerato come il punto di applicazione degli sforzi terapeutici per normalizzare l'omeostasi e il metabolismo dei carboidrati nell'obesità patologica e nel diabete di tipo 2. Contrariamente ai dati disponibili sull'efficacia sufficiente dell'intervento bariatrico per la prevenzione e il trattamento dell'obesità patologica e del diabete, il metodo non è stato ampiamente utilizzato per vari motivi.

Questa revisione sistematica e meta-analisi di 11 studi clinici randomizzati che hanno confrontato il trattamento chirurgico e non chirurgico per l'obesità patologica ha lo scopo di rispondere alla domanda principale: la fattibilità e la sicurezza delle operazioni volte a ridurre il peso corporeo. E anche per discutere i principali meccanismi fisiopatologici che mediano la perdita di peso e la remissione del diabete mellito di tipo 2 dopo chirurgia bariatrica, riassumere i predittori clinici e biologici della remissione del diabete mellito di tipo 2. Il lavoro è stato svolto nel primo dipartimento di propedeutica delle malattie interne presso la scuola medica dell'Università Nazionale e Kapodist e il centro per il diabete nell'ospedale generale "Laiko" (Koliaki Chrysi, Primo Dipartimento di medicina interna propedeutica, Centro per il diabete, Laiko General Hospital, Medical School, National and Kapodistrian Università di Atene), Atene, Grecia. I risultati sono stati pubblicati il ​​10 agosto 2017. nella rivista Disturbi endocrini.

Insumed -   Cardo mariano per ricette del diabete di tipo 2

Gli autori sottolineano che la chirurgia in sovrappeso (chirurgia bariatrica), che è diventata diffusa negli ultimi anni, è considerata un trattamento potente ed efficace per l'obesità patologica e il diabete di tipo 2. La creazione di un nuovo percorso per il passaggio dei contenuti gastrici attraverso il tubo intestinale, bypassando il duodeno "spento", dimostra in modo convincente un effetto positivo sul metabolismo del glucosio riducendo la resistenza all'insulina e aumentando la sua secrezione.

Si sono accumulate molte prove a conferma del fatto di una remissione prolungata o di una normalizzazione del metabolismo dei carboidrati alterato nel diabete mellito non insulino-dipendente dopo interventi sul tratto gastrointestinale. Un cambiamento nella natura della digestione in risposta alla ricostruzione del tratto gastrointestinale aiuta a migliorare i processi metabolici. Il termine ampiamente usato “chirurgia metabolica” viene applicato a quei tipi di operazioni che comportano la formazione di un bypass anatomico del tratto gastrointestinale superiore, creando condizioni per il rimodellamento funzionale dell'intestino, migliorando significativamente le condizioni per il metabolismo del glucosio.

I principali effetti mediati dalla perdita di peso a seguito della chirurgia bariatrica comprendono: aumento della sensibilità dei tessuti all'insulina, miglioramento della funzione delle cellule β e aumento della secrezione di incretina (peptide simile al glucagone), modifica della composizione e della separazione degli acidi biliari, normalizzazione della microflora intestinale, aumento del metabolismo del glucosio e dei grassi nell'intestino. Secondo gli autori, una breve storia di diabete mellito di tipo 2, un buon controllo glicemico prima dell'intervento chirurgico, nonché una significativa riduzione del peso corporeo dopo l'intervento chirurgico sono associati a una remissione più lunga del diabete mellito e ad un minor rischio di recidiva della malattia dopo correzione bariatrica.

Secondo i risultati immediati e immediati, le operazioni eseguite sul tratto gastrointestinale per ridurre il peso corporeo, nei casi in cui è stato raggiunto un successo significativo, possono contribuire pienamente alla regressione del diabete mellito di tipo 2 e ridurre il rischio di eventi cardiovascolari e metabolici.

A lungo termine, la chirurgia metabolica può causare una persistente riduzione del peso corporeo, prevenire lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2 e ridurre il rischio di sviluppare neoplasie. La correzione del peso corporeo con diabete mellito di tipo 2 esistente contribuisce alla normalizzazione dei livelli di glucosio nel sangue, migliora l'efficacia del controllo glicemico, aumenta significativamente la frequenza di remissione della malattia e riduce la mortalità generale e causale.

Insumed -   La norma dello zucchero dopo aver mangiato in una persona sana

Allo stato attuale, le seguenti operazioni bariatriche che vengono eseguite nel trattamento dell'obesità patologica e volte a raggiungere la remissione del diabete mellito sono state considerate in ordine decrescente di efficacia: shunt biliopancreatico, anastomosi secondo Ru con un U-loop, resezione verticale longitudinale dello stomaco (operazione SLIM), bendaggio gastrico laparoscopico .

La differenza tra le operazioni bariatriche è la loro capacità di limitare l'assunzione di materiale energetico nel corpo attraverso il cibo. Ciò si ottiene riducendo la capacità del serbatoio dello stomaco, alterato malassorbimento nell'intestino o una combinazione di questi motivi quando si creano modi per bypassare le sezioni superiori del tratto gastrointestinale. Sfortunatamente, come con qualsiasi intervento chirurgico, esiste il rischio di complicanze caratteristiche della chirurgia gastrointestinale: sviluppo della sindrome da dumping, deplezione, diminuzione della massa ossea dovuta all'osteoporosi, formazione di calcoli nei reni e nella cistifellea, sviluppo della sindrome del dolore addominale, restringimento del sito dell'anastomosi, che in una certa misura riduce l'interesse per la procedura. Tuttavia, come riportato dagli autori, la "chirurgia metabolica" è in grado di indurre e mantenere una significativa riduzione del peso corporeo attraverso vari meccanismi, tra cui la restrizione calorica a seguito di rimodellamento anatomico del tratto gastrointestinale, aumento della termogenesi causata dal cibo, modulazione delle vie neuronali dell'ipotalamo coinvolto nel bilancio energetico e nella regolazione dell'appetito, cambia le preferenze di gusto e le caratteristiche comportamentali durante il pasto. Per quanto riguarda il miglioramento dell'ambiente metabolico che causa la remissione del diabete mellito di tipo 2, gli effetti positivi della chirurgia metabolica sono in gran parte mediati da due fattori importanti: una diminuzione dell'assunzione di substrato energetico degli alimenti digeribili a causa di una profonda restrizione calorica e una significativa riduzione del peso corporeo.

Secondo gli autori, l'effetto della chirurgia metabolica si verifica dopo una riduzione del peso corporeo di ≈10 kg, che contribuisce a un forte aumento della secrezione di insulina e aumenta la sensibilità dei tessuti ad esso. Ciò crea condizioni a lungo termine per la normalizzazione del metabolismo dei carboidrati, che può essere considerato un punto chiave del trattamento. L'effetto della chirurgia bariatrica sulle varie fasi della secrezione di insulina e una maggiore sensibilità dei tessuti contribuisce a una persistente riduzione del peso corporeo.

La modifica del percorso del nodulo alimentare (chimo) lungo il tubo intestinale in un modo o nell'altro influisce positivamente sul metabolismo degli acidi biliari e sullo stato del pH intraluminale, sull'utilizzo del glucosio nell'intestino, sulla normalizzazione della microflora intestinale e sul miglioramento del metabolismo lipidico, che alla fine aumenta il grado di remissione del diabete mellito e la stabilizzazione della massa corpo.

Insumed -   Nuovo nel diabete di tipo 2

Il raggiungimento della remissione della malattia è uno dei principali indicatori dell'efficacia del trattamento. In numerosi studi citati nel lavoro, l'intervallo medio senza diabete mellito di tipo 2 dopo l'intervento chirurgico è stimato a 8,3 anni. I dati di uno studio di coorte retrospettivo su un gran numero di pazienti con diabete mellito di tipo 2 sottoposti a correzione metabolica chirurgica mostrano che il 70% dei pazienti ha raggiunto la remissione completa iniziale entro i primi 5 anni. Si noti che tra questi pazienti, il 35% può aspettarsi una ricaduta della malattia nei prossimi 5 anni. Va sottolineato che una remissione completa del diabete mellito di tipo 2, che dura più di 5 anni, può essere considerata come il risultato di una cura completa ottenuta con un intervento chirurgico.

Al secondo vertice sulla chirurgia del diabete (2 ° vertice sulla chirurgia del diabete), tenutosi nel 2016, tenendo conto di tali risultati ottimistici della chirurgia bariatrica per l'obesità e il diabete di tipo 2, sono state sviluppate raccomandazioni per il suo uso in pazienti con diabete mellito 2- tipo nelle seguenti situazioni: obesità di III grado con diabete, indipendentemente dall'efficacia del controllo glicemico; Obesità di II grado e diabete mellito di tipo 2 con profilo glicemico scarsamente controllato, nonostante una terapia farmacologica ottimale e il rispetto delle regole di comportamento. La correzione chirurgica può essere presa in considerazione anche in pazienti con obesità di grado I con monitoraggio inadeguato dei livelli di glucosio nel sangue, nonostante un trattamento ottimale.

Pertanto, la chirurgia bariatrica, come segue dal lavoro, contribuisce a una maggiore riduzione del peso corporeo, una remissione più lunga e più completa del diabete mellito di tipo 2, una diminuzione della frequenza di formazione della sindrome metabolica e il rischio di sviluppare complicanze cardiovascolari. Nei pazienti operati sono stati raggiunti un miglioramento del profilo lipidico, la normalizzazione della microflora intestinale e un aumento della tolleranza al glucosio, che migliora significativamente la qualità della vita e riduce la necessità di farmaci. Inoltre, nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e peso corporeo anormale (indice di massa corporea> 35 kg / m 2), i risultati della correzione metabolica chirurgica sono molto più efficaci nel ridurre il peso corporeo e normalizzare la glicemia rispetto al trattamento farmacologico e l'effetto su modificabili fattori di rischio.

  • Koliaki C., Liatis S., le Roux CW et al. (2017) Il ruolo della chirurgia bariatrica nella cura del diabete: sfide e prospettive attuali. Endocr. Disord., 17 (1): 50.

Alexander Osadchy

Diabetus Italia