Diabete mellito di tipo II – diagnosi, sintomi, prevenzione e trattamento

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Cos'è il diabete di tipo II

Il diabete mellito di tipo II è una malattia endocrina cronica con una relativa carenza di insulina con un disordine di carboidrati e in seguito tutti gli altri tipi di metabolismo (grassi, proteine). Tra le malattie causate da un metabolismo alterato, il diabete mellito occupa il 2 ° posto in frequenza, secondo solo all'obesità.

Prevalenza del diabete di tipo II

Secondo alcune stime, fino a 300 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete mellito di tipo II.

La prevalenza della malattia aumenta con l'età, raggiungendo un massimo di 60-70 anni. Di recente, c'è stata una tendenza ad aumentare l'incidenza del diabete di tipo II in giovane età – fino a 30 anni, e anche tra adolescenti e bambini. Gli scienziati ritengono che l'attuale prevalenza della malattia superi significativamente i casi ufficialmente registrati. Ciò è dovuto al fatto che i periodi iniziali di diabete mellito II procedono inosservati e spesso la diagnosi viene fatta solo a 5-7 anni dall'esordio della malattia. Nel 20-30% dei casi, durante l'individuazione del diabete, il paziente ha già uno o un altro tipo di complicanze.

Insulino-resistenza (ridotta tolleranza al glucosio)

La resistenza all'insulina è l'immunità dei tessuti all'azione dell'insulina. I tessuti corporei sono dotati di recettori dell'insulina, quando interagiscono con i quali l'insulina favorisce la penetrazione del glucosio nella cellula. Con la patologia dei recettori dell'insulina, la loro relazione è disturbata, i tessuti diventano resistenti (insensibili) all'azione dell'insulina. La concentrazione di insulina nel sangue rimane normale, ma i tessuti non rispondono all'ormone, il glucosio non viene erogato alle cellule. C'è una relativa mancanza di insulina: in risposta, il pancreas attiva la sintesi dell'ormone, che col tempo esaurisce le cellule B e provoca lo sviluppo del diabete.

Il meccanismo di nucleazione e sviluppo del diabete di tipo II

La funzione più importante dell'insulina nel corpo è il trasferimento del glucosio attraverso la membrana nelle cellule. Con lo sviluppo della resistenza all'insulina nei tessuti, il glucosio non viene utilizzato dalle cellule, la sua concentrazione nel sangue aumenta. Il glucosio è la principale fonte di energia per le cellule. Con una carenza di energia nelle cellule, il metabolismo viene interrotto, vengono attivati ​​altri modi di produzione di energia – inizia una migliore scissione delle frazioni proteiche e dei lipidi. Il fegato non è in grado di utilizzare tutto il glucosio nel glicogeno.

Insumed -   Il costo del trattamento del diabete

Il corpo tende a rimuovere l'eccesso di glucosio dal corpo attraverso i reni. La presenza di glucosio nelle urine (normalmente non c'è zucchero nelle urine) aumenta la sua pressione osmotica, che provoca lo sviluppo di poliuria. Con abbondante minzione frequente, il corpo perde liquidi ed elettroliti, che porta a disidratazione e una violazione del bilancio idrico-salino. Questi legami della patogenesi spiegano i principali sintomi del diabete: sete, pelle secca e mucose, debolezza.

L'iperglicemia è combinata con un aumento della concentrazione di mucoproteine, che giacciono ialine sulle pareti dei vasi sanguigni, che le distrugge.

Cause dello sviluppo

Fattori che contribuiscono allo sviluppo del diabete mellito di tipo II:

  • Predisposizione ereditaria
  • Obesità: l'eccesso di tessuto adiposo riduce la sensibilità delle cellule all'insulina.
  • Una dieta squilibrata con una predominanza di carboidrati porta all'iperattività delle cellule pancreatiche che sintetizzano l'insulina con la loro graduale deplezione.
  • Stress costante – in situazioni stressanti, il corpo produce una quantità significativa di ormoni contro-ormonali (adrenalina, noradrenalina). Abbassano i livelli di insulina nel sangue, che causa iperglicemia – un aumento della glicemia.
  • Assunzione di alcuni farmaci che causano disturbi metabolici che portano al diabete: glucocorticoidi, diuretici, citostatici, farmaci che riducono la pressione sanguigna e altri.
  • Patologia della corteccia surrenale.

Segni del diabete di tipo II

Distingua specifici, caratteristici di questi segni di malattia e non specifici.

specifica:

  • La polidipsia ha una forte sete.
  • Poliuria: minzione frequente, aumento del volume delle urine.
  • Polifagia: aumento dell'appetito, costante necessità di cibo.

Non specifici:

  • Fatica, debolezza.
  • Raffreddori frequenti
  • Secchezza delle fauci
  • La formazione sulla pelle di pustole lunghe non cicatrizzanti, lesioni fungine.
  • Prurito nell'area genitale esterna.
  • Nausea, a volte vomitando.
  • Insufficienza visiva
  • Intorpidimento degli arti.
  • Aumento della sudorazione.

Se compaiono diversi segni, consultare un medico.

Sintomi del diabete di tipo II

I sintomi del diabete mellito di tipo II rimangono invisibili per lungo tempo, il quadro clinico con segni caratteristici si manifesta spesso già allo stadio delle complicazioni formate.

I sintomi principali sono:

Aumento della sete dovuta all'aumento della diuresi giornaliera e della disidratazione.

Una forte sensazione di fame, che porta alla bulimia, perché nonostante una dieta abbondante, le cellule muoiono di fame perché non possono assorbire il glucosio.

Sintomi concomitanti:

  • Sindrome astenica sotto forma di debolezza, affaticamento, riduzione delle prestazioni, irritabilità, mal di testa.
  • Disfunzione erettile negli uomini.
  • Disturbi disormonali, mughetto genitale nelle donne.
  • La pelle è secca, con danni alla ferita e l'abrasione si infetta facilmente e guarisce lentamente.

Complicanze del diabete di tipo II

Il pericolo del diabete risiede nel fatto che a volte le complicazioni da esso causate sono molto più difficili della malattia stessa.

  • Il rapido sviluppo dell'aterosclerosi, che diventa il colpevole dei disturbi vascolari e porta a infarto e ictus. Fino al 65% dei pazienti con CA muore per gli effetti dell'aterosclerosi.
  • Nefropatia con conseguente insufficienza renale cronica.
  • Polineuropatie – principalmente i nervi periferici sono danneggiati.
  • Retinopatie (patologia retinica che porta alla perdita della vista), cataratta.
  • Ridotta resistenza alle malattie infettive.
  • Violazione del trofismo della pelle. Piede diabetico.
Insumed -   Diabete da insulina

Diagnosi del diabete di tipo II

Gli esperti dell'OMS riconoscono la diagnosi di diabete affidabile con i seguenti parametri:

  • La glicemia a digiuno nel siero del sangue è pari o superiore a 6,1 mmol / L.
  • La concentrazione di glucosio dopo 2 ore dopo il caricamento dello zucchero è pari o superiore a 11,1 mmol / l.
  • La presenza del paziente della classica triade di sintomi tipici del diabete mellito: polidipsia, polifagia, poliuria e più di 11,1 mmol / l nel siero del sangue misurati in qualsiasi momento della giornata.

La diagnosi si basa sull'analisi di reclami, anamnesi, esame fisico, dati di laboratorio e risultati dell'esame strumentale.

  • Determinazione della glicemia a digiuno, 2 ore dopo aver mangiato, profilo glicemico (la glicemia viene analizzata ogni 4 ore per 24 ore), test di tolleranza al glucosio.
  • Esame del sangue generale.
  • Biochimica del sangue.
  • Test per l'emoglobina glicosilata.
  • Analisi delle urine.
  • ECG.
  • Oftalmoscopia.
  • Reovasografia di navi delle estremità superiori e inferiori
  • Ultrasuoni degli organi interni.

Prevenzione e supporto del corpo per il diabete di tipo II

Il diabete è una malattia cronica che accompagnerà una persona per il resto della sua vita. Il compito del paziente è raggiungere uno stato di completo risarcimento, mantenendo il livello di zucchero non superiore a determinati valori.

Livello di compensazioneA stomaco vuoto in mmol / l2 ore dopo i pasti in mmol / L
Completo6,1prima 8,0
soddisfacenteMeno di 7,8Non più di 10,0
DekompensatsyyaAltro 7,8oltre 10,0

Programma di conservazione della salute:

  • Osservazione dell'endocrinologo.
  • Controlla il livello di zucchero nel sangue con un glucometro.
  • Dieta.
  • Attività fisica
  • Rifiuto di cattive abitudini: alcol, fumo.
  • Saturazione del corpo con sostanze biologicamente attive per normalizzare il metabolismo.
  • Test per l'emoglobina glicosilata – ogni 3 mesi.
  • ECG, consultazione di un neurologo, chirurgo, optometrista – ogni anno.

Nel diabete mellito, la dieta non è solo una restrizione per alcuni alimenti per un breve periodo – è una parte importante e necessaria della terapia. Al fine di ridurre la concentrazione di zucchero, per mantenerlo al livello adeguato, per evitare improvvise fluttuazioni del glucosio, è necessario osservare una serie di condizioni:

  • Equilibrare l'alimentazione con nutrienti di base: proteine, grassi, vitamine, minerali. La quantità di carboidrati è ridotta al minimo fisiologico.
  • Mangia spesso, ogni 3 ore in piccole porzioni.
  • Ridurre, o meglio, abbandonare completamente i cibi ricchi di carboidrati ad alto contenuto calorico: pasticcini, torte, pasticcini, dolci, waffle, gelati.
  • Dai la preferenza ai grassi vegetali.

Quando gli integratori alimentari vengono utilizzati per correggere la nutrizione insieme ai metodi tradizionali di prevenzione, ciò consente di portare rapidamente lo zucchero a un livello accettabile e mantenerlo in questi parametri.

Quindi, la saturazione del corpo con acidi grassi polinsaturi (PUFA Omega-3) aiuta a rafforzare i vasi sanguigni e stabilizzare il metabolismo lipidico.

Il complesso di vitamine TiN Ti (THT) è composto da 18 diverse fibre alimentari, liberando efficacemente il corpo dall'eccesso di grassi e carboidrati; 20 vitamine che il corpo non può produrre indipendentemente, ma sono essenziali per il normale funzionamento di tutti gli organi e sistemi del corpo.

Con un'adeguata attività fisica nel diabete, il glucosio viene utilizzato dai muscoli, il metabolismo viene migliorato e la sensibilità delle cellule all'insulina aumenta. Inoltre, il peso diminuisce gradualmente e i medici affermano che anche perdere 5-6 kg di peso corporeo migliora significativamente la glicemia.

Insumed -   Prevenzione del diabete nelle donne in gravidanza

Prodotti NSP per il diabete di tipo II

L'obiettivo principale della terapia del diabete è stabilire processi metabolici e mantenere i livelli di glucosio nei limiti il ​​più vicino possibile a quelli fisiologici. Il diabete di tipo II, di norma, si forma nelle persone anziane con sovrappeso e carenza di insulina relativa, non hanno bisogno della somministrazione giornaliera di insulina per alleviare i sintomi dell'iperglicemia. Spesso è possibile ottenere una compensazione con una dieta adeguatamente progettata, una maggiore attività fisica e perdita di peso.

Le sostanze bioattive (BAA), sviluppate dagli specialisti della società NSP, contribuiranno a riportare il metabolismo alterato a un normale ritmo fisiologico.

  • Fat Grabbers è un regolatore metabolico.
  • Loclo – fibra naturale, una fonte di fibra vegetale.
  • Chelato di cromo è una preparazione composita di minerali e ingredienti vegetali che mantiene normali livelli di glucosio nel sangue.
  • Omega-3 PUFA NSP – contiene acidi grassi polinsaturi, è un regolatore del metabolismo dei grassi, rafforza le pareti vascolari.
  • La lecitina NSP è un complesso di fosfolipidi, che è un materiale da costruzione per le membrane cellulari. Efficace per le neuropatie.
  • Kelp – alghe brune, che includono fibre alimentari che rimuovono il colesterolo in eccesso dal corpo.
  • Wild Yam: riduce la saturazione dei lipidi sierici, stabilisce il metabolismo del colesterolo.
  • Complesso con Garcinia NSP – stabilizza il colesterolo e lo zucchero nel sangue, sopprime la fame.

Schema di terapia di supporto per il diabete mellito di tipo II con rimedi naturali dell'azienda NSP

Si consiglia ai pazienti in sovrappeso di prolungare l'assunzione di chelato di cromo per 6-9 mesi.

Le sostanze biologicamente attive influenzano diversi collegamenti nella patogenesi del diabete mellito non insulino-dipendente e quindi contribuiscono alla normalizzazione dei livelli di glucosio, e quindi prevengono formidabili complicazioni.

Raccomandazioni del nutrizionista Shabanova Natalia Yurievna.

Il risultato di Tamara Nedvetskaya 54 anni di utilizzo di integratori alimentari per il diabete mellito di tipo 2 (costantemente):

  1. Chelato di cromo 1 t. 2 volte al giorno prima dei pasti. (La metformina deve essere interrotta attentamente e gradualmente e osservata da un medico!)
  2. Loco 1 cucchiaino in un bicchiere d'acqua 1.5 ore dopo cena.
  3. Bardana su 1.kap. 2 volte al giorno prima dei pasti. Prendi 10 giorni di ogni mese.
  4. Omega-3 PUFA 1 caps. Una volta al giorno
  5. Lecitina – 1 capsula. 2 volte al giorno
  6. Wild yam 1 caps. 2 volte al giorno per le donne
  7. Clorofilla liquida 1 cucchiaino per bicchiere d'acqua a stomaco vuoto.
  8. Tieni un diario di un diabetico. Autocontrollo. Dieta. Esercizi fisici.
  9. Inoltre: bere periodicamente Osteo più 1 t. 2 volte al giorno, chelato di magnesio e calcio 2 t. 2 volte al giorno, è possibile alternare: aglio, biancospino, coenzima Q10
  10. Grazie a questo programma di trattamento, lo zucchero è stato ripristinato entro 2 mesi, 1 anno era in questo regime di trattamento e già sono trascorsi 1,5 anni, lo zucchero è normale, anche dimenticato quanto male fosse prima.
  11. Un buon risultato nella tua salute non ti farà aspettare!
Diabetus Italia