Steatosi epatica; cos’è e quali farmaci vengono usati per curare

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo, che svolge molte funzioni vitali, quindi il minimo malfunzionamento nel lavoro del corpo si riflette estremamente negativamente nella salute umana. Oggi parleremo di cos'è la steatosi epatica e quali farmaci sono meglio utilizzati nel trattamento di questa patologia.

Che cos'è la steatosi?

La steatosi è un fegato grasso, un tipo di epatosi grassa che si sviluppa a causa di disturbi metabolici ed è accompagnata da alterazioni degenerative degli epatociti (cellule epatiche). Nel registro delle malattie, la steatosi epatica ICD10 si trova nella sezione K70-K77.

L'accumulo di grasso nel parenchima epatico può essere causato da vari motivi: dagli effetti tossici alle gravi malattie concomitanti. Normalmente, il fegato umano non deve contenere più del 5 – 7% di grassi. Con la steatosi, questo rapporto può aumentare dal 10 al 50%, cioè, nei casi più gravi, la metà delle cellule del fegato degenera nel tessuto adiposo.

L'infiltrazione di fegato grasso si sviluppa spesso nelle donne dopo 45 anni, che è associata ad aumento di peso e cambiamenti ormonali nel corpo durante la menopausa. La steatosi epatica alcolica viene diagnosticata principalmente negli uomini di mezza età e in pensione. In medicina, ci sono due forme di infiltrazione grassa:

  1. Steatosi epatica focale: i depositi di grasso sono concentrati in un'area specifica dell'organo.
  2. Steatosi diffusa: le impregnazioni di grasso sono distribuite uniformemente su tutta la superficie del fegato.

Come si sviluppa il fegato grasso? Inizialmente, il grasso in eccesso (principalmente sotto forma di trigliceridi) è localizzato all'interno degli epatociti, spingendo il nucleo cellulare verso il bordo. Quando si accumulano troppi depositi di grasso, le cellule del fegato si rompono e il grasso si accumula già nello spazio intercellulare sotto forma di cisti che cambiano la struttura dell'organo e ne interrompono le funzioni.

La steatosi epatica è generalmente caratterizzata da un decorso cronico, non progressivo. Ma se il processo patologico è complicato da fenomeni infiammatori, questo può portare allo sviluppo di conseguenze così gravi come fibrosi epatica, steatoepatite o cirrosi.

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Cause di steatosi

Le ragioni principali che provocano l'infiltrazione di fegato grasso sono:

  • abuso regolare di alcol;
  • violazione del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi nel fegato causata da patologie endocrine o ereditarie.

Inoltre, i seguenti fattori provocatori possono innescare il meccanismo di obesità del fegato:

  • Squilibrio e malnutrizione, carenza di vitamine. L'eccesso di cibo o l'adesione a diete rigorose e una fame prolungata possono causare disturbi metabolici nel fegato. La mancanza di proteine ​​negli alimenti, la predominanza di carboidrati "veloci", dolci, cibi piccanti, grassi, fritti, cibi con conservanti, coloranti chimici e altri componenti dannosi nella dieta – contribuisce alla formazione di grassi nel parenchima epatico.
  • L'influenza di fattori tossici. Abuso di alcol, fumo, uso non sistematico e prolungato di alcuni farmaci, intossicazione alimentare grave, contatto regolare con sostanze tossiche (sali di metalli pesanti, acidi, vernici, solventi, ecc.).
  • Malattie concomitanti (disturbi metabolici, obesità, diabete mellito, problemi alla tiroide).
  • Malattie croniche dell'apparato digerente associate ad alterato assorbimento e assorbimento del cibo (colecistite, pancreatite, colite ulcerosa, gastrite, ulcera gastrica).
  • Malfunzionamenti ormonali (sindrome di Itsenko-Cushing), in cui vi è un'eccessiva produzione di ormoni da parte delle ghiandole surrenali.
Insumed -   Trattamento per il diabete senza insulina

In alcuni casi, l'impulso per lo sviluppo della steatosi è l'ipossia (carenza di ossigeno nei tessuti), che si sviluppa nelle persone con malattie dell'apparato respiratorio e insufficienza cardiaca.

Forme

La steatosi può verificarsi in varie forme:

  1. La steatosi epatica grassa porta ad un aumento delle dimensioni degli organi, mentre le cellule epatiche (epatociti) vengono gradualmente distrutte, le cisti grasse si formano nei tessuti, le cellule normali vengono gradualmente sostituite dal tessuto connettivo e l'organo non può più svolgere pienamente le sue funzioni. Ciò porta a intossicazione del corpo, interruzione dei processi digestivi e metabolici.
  2. Steatosi diffusa: questa diagnosi viene fatta quando i depositi di grasso catturano più del 10% del tessuto epatico. In questo caso, l'intera superficie dell'organo è uniformemente influenzata dalle inclusioni grasse. E se nelle fasi iniziali della malattia l'accumulo di grasso non danneggia il parenchima, quindi con la progressione della malattia i tessuti iniziano gradualmente a morire e questo processo irreversibile cattura i principali lobi del fegato.
  3. La steatosi epatica alcolica si sviluppa a seguito del consumo regolare. L'intossicazione costante del fegato con i prodotti di decomposizione dell'alcool innesca il processo patologico e provoca un cambiamento nella struttura dell'organo e un metabolismo lipidico compromesso. Più spesso una persona beve alcolici, più veloce si verifica la distruzione del fegato e la degenerazione delle sue cellule nel tessuto adiposo. Con l'alcolismo, il processo patologico progredisce rapidamente e porta a gravi conseguenze (cirrosi o cancro al fegato). Tuttavia, se una persona smette di bere e inizia a guarire, le cellule del fegato si riprendono nel tempo, poiché questo è l'unico organo che ha potenti capacità rigenerative e la capacità di autoripararsi.
  4. La steatosi epatica non alcolica o cronica si forma principalmente in presenza di malattie concomitanti (diabete mellito, disturbi endocrini e ormonali, patologie del tratto gastrointestinale) o altri fattori associati a effetti tossici (farmaci, avvelenamento, contatto con sostanze chimiche). Il trattamento dell'epatosi grassa dovrebbe essere iniziato ai primi sintomi, altrimenti la malattia progredirà in futuro, il che potrebbe portare allo sviluppo di fibrosi, cirrosi e altre complicazioni.

Gradi di fegato grasso

  1. Steatosi epatica di 1 grado. Questo processo è accompagnato dalla comparsa di lievi inclusioni di grassi nei tessuti del fegato. La struttura dell'organo non viene violata, i sintomi della malattia sono assenti.
  2. La steatosi di grado 2 è caratterizzata dall'insorgenza dello sviluppo di cambiamenti irreversibili nelle cellule del fegato. Gli accumuli di grasso distruggono gradualmente gli epatociti, il grasso entra nello spazio intercellulare e forma più cisti. In questa fase, si manifestano i sintomi caratteristici dell'epatosi grassa associati a funzionalità epatica compromessa.
  3. Nelle 3 fasi della steatosi si verifica la decomposizione delle cellule del fegato, le condizioni del paziente peggiorano, aumenta il rischio di sviluppare fibrosi o cirrosi epatica.
sintomi

Nella fase iniziale, la malattia è asintomatica, quindi i pazienti cercano un aiuto medico in ritardo, quando un cambiamento nel fegato come la steatosi progredisce e provoca un peggioramento della condizione. Nelle fasi successive della malattia, si manifestano i seguenti sintomi:

  • debolezza generale, perdita di forza, alta fatica;
  • dolore sordo costante nell'ipocondrio destro, che si intensifica dopo aver bevuto alcolici o cibi grassi e piccanti;
  • mancanza di appetito, amarezza in bocca, eruttazione;
  • disturbi dispeptici (nausea, sensazione di pesantezza, brontolio o gonfiore, flatulenza, costipazione o diarrea);
  • placca sulla lingua, sanguinamento delle gengive, alitosi;
  • ingrossamento del fegato.

Al terzo stadio di steatosi, irritabilità, sonnolenza diurna, disturbi del sonno durante la notte, aumento del dolore, stati depressivi, vomito, prurito della pelle, giallo della pelle e sclera degli occhi si uniscono a queste manifestazioni.

Possono verificarsi disturbi del ritmo cardiaco, problemi di memoria e organi respiratori. Questi sintomi indicano un aumento dell'intossicazione del corpo, poiché il fegato non fa fronte al suo compito e non può svolgere completamente la funzione di pulizia. Le tossine e altre sostanze dannose si accumulano gradualmente nel corpo, il che influisce negativamente sul sistema nervoso, cardiovascolare e sulle funzioni cerebrali.

Insumed -   Linee guida per il controllo del diabete

Quando compaiono i primi sintomi allarmanti, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a una visita medica, in base ai risultati dei quali il medico selezionerà un regime di trattamento e ti dirà come trattare la steatosi epatica.

diagnostica

Non è affatto facile fare la diagnosi corretta per la steatosi epatica. Questo è un compito difficile anche per professionisti esperti e qualificati, poiché con l'infiltrazione di grasso, il processo infiammatorio è solitamente assente e gli esami di laboratorio su sangue e urina non mostrano un aumento significativo del livello di enzimi epatici, bilirubina o colesterolo. Pertanto, per chiarire la diagnosi, le opzioni che utilizzano metodi diagnostici strumentali sono più informative. Queste sono procedure come:

  • Ultrasuoni del fegato. Un metodo indolore e informativo attraverso il quale determinare la dimensione dell'organo, la struttura e l'ecogenicità dei tessuti, identificare le cisti grasse e altre lesioni del parenchima.
  • TC o risonanza magnetica del fegato. I metodi diagnostici più moderni che consentono al medico di vedere l'organo malato in diverse proiezioni, identificano i minimi cambiamenti nella sua struttura e determinano il grado di danno.

Nei casi più gravi, il medico può sottoporre il paziente a una laparoscopia o biopsia epatica. Nel primo caso, viene eseguito un esame endoscopico dell'organo, nel secondo caso viene perforata una cavità addominale e viene prelevato un pezzo di fegato per ulteriori indagini. Una biopsia epatica è un metodo molto doloroso, quindi viene prescritta in casi estremi quando si sospetta un processo tumorale.

Trattamento della steatosi epatica

Le fasi iniziali della steatosi rispondono bene al trattamento. Un regime di trattamento correttamente selezionato consente di ripristinare quasi completamente le funzioni dell'organo e quando la malattia passa al secondo stadio. Con l'esatta osservanza delle raccomandazioni del medico, dello stile di vita e degli adattamenti nutrizionali, è possibile normalizzare il fegato e accelerare il processo di rigenerazione degli epatociti. Nella terza fase della malattia, viene eseguito un trattamento di supporto, che consente di rallentare il processo di decadimento del tessuto epatico e prevenire lo sviluppo di cirrosi e altre gravi conseguenze.

La terapia farmacologica per la steatosi si basa sull'uso di farmaci che migliorano il metabolismo dei grassi nelle cellule del fegato. A tal fine, prescrivere farmaci contenenti acido folico e lipoico, colina, vitamine dei gruppi B, C, E. Per normalizzare il metabolismo lipidico, statine e farmaci dal gruppo di fibrati e tiazolinedioni (Pioglitazone, Rosiglitazone), medicinali con acido alfa-lipoico (Espa Lipone, Tiogamma), Metformina.

Per mantenere le funzioni epatiche, nel regime di trattamento sono inclusi fosfolipidi, epatoprotettori, preparati a base di componenti vegetali e aminoacidi essenziali. Elenchiamo i farmaci che vengono spesso utilizzati come parte del trattamento complesso:

L'elenco dei farmaci con azione epatoprotettiva è ampio. Solo uno specialista può scegliere la migliore opzione di trattamento, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, della gravità dei sintomi, dello stadio della malattia, della presenza di patologie concomitanti e controindicazioni. Il corso del trattamento è piuttosto lungo, nel suo insieme, le istruzioni del medico, i dosaggi prescritti e le regole per l'assunzione di farmaci devono essere rigorosamente osservate.

Oltre alla terapia farmacologica, un medico può prescrivere un corso di procedure fisioterapiche: terapia con ozono, permanenza in una camera a pressione, trattamento a ultrasuoni, visita a una sauna a bassa temperatura.

Tali tattiche di trattamento danno buoni risultati e innescano processi reversibili di ripristino e rigenerazione delle cellule del fegato. Ma l'efficacia della terapia farmacologica diminuisce drasticamente se la malattia entra nel terzo stadio, quando si forma il tessuto connettivo al posto del parenchima interessato. In questo caso, l'obiettivo del trattamento è prevenire un'ulteriore rottura cellulare che porta allo sviluppo della cirrosi. Se l'epatosi grassa è tuttavia complicata dalla cirrosi, la prognosi è deludente, poiché la maggior parte dei pazienti muore entro 5-10 anni.

Trattamento con rimedi popolari

Il trattamento farmacologico può essere integrato con rimedi popolari. Un buon effetto terapeutico nel trattamento della steatosi è dato dall'uso della crusca cotta a vapore con acqua bollente. Il trattamento della crusca aiuta il fegato a liberarsi dal grasso corporeo. È necessario iniziare con piccole dosi (1 cucchiaino) e portare gradualmente il volume di crusca a 2 cucchiai. l. al giorno.

Insumed -   Un basso livello di zucchero nel sangue provoca sintomi

I decotti di piante medicinali (stimmi di mais, radici di tarassaco, foglie di calendula, elecampane, piantaggine, celidonia) aiuteranno a migliorare la circolazione sanguigna nel fegato e ad accelerare il metabolismo lipidico. I preparati a base di erbe sono disponibili in farmacia. Sono prodotti in comodi sacchetti filtro che vengono semplicemente preparati come il tè. Si consiglia di bere brodo terapeutico 2-3 volte al giorno prima dei pasti. Ciò contribuirà a stabilire i processi metabolici nel fegato e migliorare la digestione a causa delle proprietà coleretiche e antiossidanti delle erbe medicinali.

Un eccellente effetto terapeutico si ottiene con l'uso di farina di semi oleosi o cardo mariano. Questo componente fa parte di molti medicinali per il trattamento del fegato. Il pasto viene preparato con acqua bollente, insistito per diversi minuti e bevuto in una forma calda, a piccoli sorsi. L'olio di cardo mariano viene utilizzato secondo le istruzioni indicate sulla confezione. Un buon risultato aiuta a ottenere un decotto di menta, erba madre, equiseto o elecampane.

Il miglioramento si nota dopo un mese di assunzione regolare di decotti alle erbe. Ma al fine di ottenere un risultato positivo stabile dal trattamento, i rimedi a base di erbe dovrebbero essere consumati per lungo tempo, almeno un anno.

Dieta e corretta alimentazione per la steatosi

La steatosi epatica si verifica spesso a causa di disturbi metabolici e obesità correlata. Pertanto, il compito principale è selezionare una dieta ipocalorica basata sulla limitazione dell'assunzione di grassi e carboidrati e sull'aumento della quantità di proteine ​​nella dieta. L'obiettivo principale della dieta per la steatosi è il seguente:

  • normalizzazione dei processi metabolici (in particolare, metabolismo lipidico nel fegato);
  • stimolazione della produzione di acidi biliari, accelerando la scomposizione dei grassi;
  • miglioramento dei processi digestivi;
  • ripristino della funzionalità epatica a causa della rigenerazione degli epatociti.

Nella dieta di un paziente con diagnosi di steatosi, la quantità di grasso animale deve essere ridotta al minimo. Inoltre, dovresti abbandonare i carboidrati "veloci", che sono ricchi di dolci. Con un'assunzione eccessiva di carboidrati, il fegato non ha il tempo di utilizzarli, il che contribuisce alla formazione accelerata di depositi di grasso.

Elenco dei prodotti vietati:

  • carni e pesce grassi;
  • salsicce, carni affumicate, strutto;
  • grassi animali, margarina, salse grasse;
  • latticini ad alto contenuto di grassi (panna, panna acida, formaggi);
  • piatti grassi, piccanti e piccanti;
  • soda dolce;
  • sottaceti, marinate;
  • pasticceria, pasticceria;
  • cioccolato, dolci;
  • caffè, cacao;
  • gelato;
  • marmellata, miele;
  • noci.

I cibi fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta, dando la preferenza a tali metodi di trattamento termico come cottura, stufatura, cottura al forno, cottura a vapore.

Prodotti consentiti:

Foto: carne magra magra

  • carne magra
  • frutti di mare, pesce magro;
  • zuppe di verdure e cereali;
  • frutta e verdura fresca;
  • verdi;
  • cereali (grano saraceno, avena, miglio);
  • contorni di verdure;
  • insalate di verdure fresche con olio vegetale:
  • bevande a base di latte acido senza grassi (kefir, yogurt, yogurt);
  • tisane e tè verdi.

Con danni al fegato, l'alcol deve essere completamente eliminato. Il cibo dovrebbe essere frazionario (5-6 volte al giorno), il cibo viene preso caldo, in piccole porzioni. Seguire una dieta ipocalorica con epatosi grassa dovrebbe essere uno stile di vita. È necessario monitorare costantemente il peso corporeo, prevenendone l'aumento. Si raccomanda di ridurre al minimo la quantità di sale nella dieta. Per fare ciò, i pasti pronti dovrebbero essere leggermente salati già sul tavolo e non aggiungere sale durante il processo di cottura.

È importante prevenire la disidratazione e mantenere l'equilibrio idrico. Un giorno devi bere almeno 1,5 – 2 litri di liquido. Questo volume comprende acqua potabile pura e minerale, succhi di frutta, bevande alla frutta, bevande alla frutta, tè e altre bevande.

Se vengono seguite tutte le raccomandazioni, abbandonando le cattive abitudini, aumentando l'attività fisica, adattando il tuo stile di vita, praticando sport (corsa, nuoto), esercizio aerobico, puoi affrontare il problema, prevenire un'ulteriore progressione della malattia, migliorare la salute generale e migliorare la salute.

Diabetus Italia