Terapia chirurgica del diabete

Al fine di impedire al diabete mellito di assumere una forma complessa che richiede l'assunzione costante di insulina, è necessario imparare a controllare la malattia. L'ultimo farmaco contribuisce a questo Insumed, che aiuta a sbarazzarsi del diabete "a livello cellulare": il farmaco ripristina la produzione di insulina (che è compromessa nel diabete di tipo 2) e regola la sintesi di questo ormone (che è importante per il diabete di tipo 1).

Diabetus Insumed - capsule per normalizzare lo zucchero nel sangue

Tutti gli ingredienti che compongono il preparato sono realizzati sulla base di materiali vegetali utilizzando la tecnica della biosintesi e sono correlati al corpo umano. Sono ben assorbiti da cellule e tessuti, in quanto sono aminoacidi che compongono le strutture cellulari. Componenti della capsula Insumed normalizzare la produzione di insulina e regolare la glicemia.

Informazioni dettagliate su questo farmaco sono disponibili nella rivista medica Obzoroff.info. Se vuoi comprare Insumed con uno sconto quindi vai a sito ufficiale del produttore.

Nella nostra clinica viene eseguito un trattamento chirurgico del diabete di tipo 2.

Diabete di tipo 2 – Oggi non è più una frase!

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia metabolica (disturbo metabolico), caratterizzata da iperglicemia cronica (aumento della glicemia), che si sviluppa a seguito di una violazione dell'interazione dell'insulina con le cellule dei tessuti.

Questa malattia ha una serie di complicazioni formidabili:

  • Angiopathy. Prima di tutto, con il diabete soffrono i vasi sanguigni. Le loro pareti stanno diventando meno permeabili ai nutrienti e il lume dei vasi si sta gradualmente restringendo. Tutti i tessuti del corpo sono carenti di ossigeno e altre sostanze vitali.
  • Nefropatia. I reni di un paziente con diabete mellito perdono gradualmente la capacità di svolgere le proprie funzioni, si sviluppa l'insufficienza cronica.
  • Retinopatia – danno alla retina, che porta quindi a emorragia nel fondo, distacco della retina. A poco a poco porta alla completa perdita della vista. La retinopatia più comune si verifica in pazienti con diabete di tipo 2. Per un paziente con una "esperienza" di oltre 20 anni, il rischio di retinopatia si avvicina al 100%.
  • Polineuropatia. Perdita di sensibilità al dolore e al calore degli arti. Molto spesso, si sviluppa in base al tipo di "guanti e calze", iniziando a manifestarsi simultaneamente negli arti inferiori e superiori. I primi sintomi sono una sensazione di intorpidimento e bruciore agli arti, che sono notevolmente amplificati di notte.
  • Piede diabetico. Una complicazione in cui compaiono piaghe aperte, ascessi purulenti, aree necrotiche (morte) sui piedi e sugli arti inferiori di un paziente con diabete mellito.

Negli ultimi decenni, la prevalenza del diabete mellito (DM) è diventata un'epidemia: ad esempio, se alla fine del secolo scorso il numero di pazienti con diabete nel mondo non superava i 130 milioni, attualmente il loro numero è superiore a 300 milioni e entro il 2030, secondo le previsioni L'Associazione internazionale del diabete aumenterà di 1,5 volte e ammonterà a 438 milioni di persone, principalmente a causa di pazienti con diabete di tipo 2, che rappresentano oltre il 90% del numero totale di pazienti. Oggi c'è una tendenza non solo ad aumentare l'incidenza del diabete di tipo 2, ma anche lo sviluppo di questa patologia in giovane età, che è associata all'urbanizzazione del territorio, un aumento della prevalenza dell'obesità e uno stile di vita sedentario.

Insumed -   Principi per la prevenzione del diabete

Con il trattamento medico (assunzione di farmaci che riducono lo zucchero e in alcuni casi iniezioni di insulina), questa malattia non può essere curata, perché questa terapia è un sostituto.

Al momento, il metodo chirurgico per trattare questa patologia è già noto nel mondo e la sua straordinaria efficacia è stata dimostrata. Il trattamento chirurgico del diabete mellito di tipo 2 consente di eliminare questa patologia e di allontanarsi completamente dall'assunzione di farmaci che riducono lo zucchero. Questa direzione chirurgica appartiene alla sezione della chirurgia metabolica.

La chirurgia metabolica è un metodo di intervento chirurgico volto a ripristinare la funzione o normalizzare il funzionamento del sistema metabolico.

Sulla base di studi clinici per oltre 10 anni, l'intervento chirurgico più efficace si è rivelato essere: bypass gastrico (bypass mini-gastrico)

Si è scoperto che l'implementazione di tali operazioni porta alla cura del diabete di tipo 2 nel 90-98% dei casi. Questo fatto è servito come punto di partenza per studi sulla possibilità di utilizzare tale chirurgia metabolica per il trattamento radicale del diabete di tipo 2 in pazienti non solo con obesità, ma anche con peso normale o in presenza di un peso corporeo in eccesso moderato (con un BMI fino a 30).

Qual è lo scopo di eseguire questa operazione?

  • I livelli di zucchero nel sangue tornano alla normalità nei primi giorni dopo l'intervento.
  • Entro pochi anni, il peso del paziente raggiunge cifre soddisfacenti (ad esempio, con una crescita di 180 cm, il peso approssimativo sarà di 80-85 kg)
  • Ridurre il volume dello stomaco porta a una rapida saturazione.
  • L'assunzione di cibo dallo stomaco direttamente nell'ileo, aggirando il magro.
  • Il paziente si allontana dalle iniezioni di insulina nel 98%, dall'assunzione di zucchero di ridurre i farmaci nell'85%.

Domanda: perché ci impegniamo ad accelerare il contatto del cibo con l'ileo?

Le cellule L situate nella mucosa ileale producono un peptide-1 simile al glucagone. Più piccolo il cibo che entra nell'ileo viene elaborato dai succhi digestivi e prima entra nell'ileo, l'espressione dell'irritazione delle cellule L sarà.

Insumed -   Quali sono i sintomi e i trattamenti per la sinovite dell'articolazione della caviglia

Quando si verifica un'irritazione delle cellule L:

  • Diminuzione dell'appetito
  • Diminuzione dell'evacuazione gastrica
  • Aumenta la crescita delle cellule in cui si verifica la sintesi di insulina
  • Aumenta l'insulina
  • Riduce l'apoptosi delle cellule beta (riduce il livello di "autodistruzione" delle cellule che sintetizzano l'insulina), diminuisce la secrezione di glucagone.
  • Aumenta la sensibilità all'insulina
  • Porta all'attivazione del sistema di protezione delle cellule cardiache.

Il metodo di intervento chirurgico è laparoscopico!

Nel nostro centro medico, questa operazione viene eseguita utilizzando moderne tecniche minimamente invasive.

  • Massimo comfort per il paziente nel primo periodo postoperatorio
  • Soggiorno minimo in ospedale
  • Riduce il rischio di infezioni e problemi postoperatori
  • Effetto cosmetico

Quali sono le indicazioni per il trattamento chirurgico?

Le persone che soffrono di diabete nelle prime fasi della malattia non si lamentano, e quindi non è facile decidere un'operazione.

Un'operazione, anche se pianificata, è sempre associata a un certo rischio, pertanto, senza il 100% delle indicazioni, il nostro centro non consiglierà questo tipo di trattamento.

  • L'età del paziente va dai 30 ai 65 anni.
  • diabete mellito di tipo 2 non più di 10 anni, trattamento con farmaci per via orale.
  • diabete mellito di tipo 2 non più di 10 anni, dipendenza da insulina meno di 7 anni, difficile da controllare (HbA1c> 8,0%)
  • pazienti con diabete mellito con una riserva sufficiente del pancreas (peptide C> = 1 ng / ml, test obbligatorio del glucagone).
  • test negativo per anticorpi anti-cellule beta del pancreas (ICA, IA-2, GAD 65 K).
  • pazienti con un indice di massa corporea elevato (BMI> 30 kg / m2), accompagnato da diabete di tipo 2.

Studi clinici: ti fanno pensare! 85% Questo è MOLTO!

La chirurgia di bypass gastrico ha più di 50 anni di storia. L'effetto positivo di questo tipo di chirurgia metabolica sul decorso del diabete è stato ripetutamente confermato da numerosi studi clinici in cui sono stati studiati i risultati a lungo termine delle operazioni. È stato dimostrato che è stata osservata una cura completa per il diabete nell'85% dei pazienti dopo un intervento chirurgico di bypass gastrico. Questi pazienti sono stati in grado di abbandonare completamente qualsiasi terapia farmacologica. Il restante 2-15% ha mostrato significative dinamiche positive sotto forma di una riduzione del dosaggio dei farmaci antidiabetici. Uno studio sui risultati a lungo termine ha mostrato che la mortalità per complicanze del diabete nel gruppo in cui è stato eseguito il trattamento chirurgico è stata del 92% inferiore rispetto al gruppo in cui è stato eseguito un trattamento conservativo.

Insumed -   Aglio, come mangiare

Sono stati condotti studi clinici in cui è stato studiato l'effetto della chirurgia metabolica sul diabete di tipo 2 in pazienti con peso corporeo normale e presenza di peso corporeo in eccesso moderato (con un BMI fino a 30). Questi studi hanno completamente duplicato i risultati positivi: il 90% della cura per il diabete di tipo 2 in questa categoria di pazienti e le dinamiche positive nel restante 10%.

Se l'indice di massa corporea di un paziente con diabete è 35 o superiore, la chirurgia è considerata incondizionatamente indicata.

Allo stesso tempo, quando la situazione riguarda pazienti con aumento di peso corporeo normale o moderato, è necessario valutare i rischi della chirurgia e quei potenziali effetti positivi che possono essere ottenuti curando il diabete. Considerando che anche condurre una terapia conservativa competente non è una prevenzione affidabile delle complicanze del diabete (retinopatia diabetica, nefropatia, neuropatia e angiopatia con l'intero spettro delle loro gravi conseguenze), l'uso della chirurgia metabolica può rivelarsi un metodo di trattamento promettente anche in questo gruppo di pazienti con diabete di tipo 2 .

Allo stato attuale, si ritiene che la chirurgia sia indicata per un paziente con diabete di tipo 2 con un indice di massa corporea inferiore a 35, se non è possibile ottenere un compenso per il decorso della malattia con farmaci per via orale e si deve ricorrere all'insulina. Poiché il meccanismo principale della malattia in un paziente con diabete mellito di tipo 2 è l'insulino-resistenza e non l'insufficienza di insulina, questa nomina di insulina esogena aggiuntiva sembra essere una misura strettamente obbligatoria, non finalizzata alla causa della malattia. D'altra parte, l'operazione porta alla rimozione dell'insulino-resistenza contemporaneamente alla normalizzazione del livello di glicemia. Il terzo gruppo di indicazioni è la chirurgia di bypass nei pazienti con diabete mellito con un indice di massa corporea di 23-35 che non ricevono insulina. Questo gruppo di pazienti è attualmente un gruppo di ricerca. Ci sono pazienti di peso normale o leggermente elevato che vogliono risolvere radicalmente il problema del diabete. Sono inclusi in tali studi. I risultati sono molto incoraggianti: in tutti i pazienti si ottiene una remissione clinica e di laboratorio stabile del diabete in questo gruppo.

Diabetus Italia